Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, si mette alla guida dopo le 22 senza un valido motivo. Nei guai un 25enne trovato anche in possesso di droga

Il giovane è stato fermato nella serata di ieri dai carabinieri durante alcuni controlli. Non è riuscito a dare un valido motivo sulla sua presenza in strada nonostante il divieto di circolazione dopo le 22 ma è stato anche poi trovato in possesso di sostanze stupefacenti 

Pubblicato il - 20 novembre 2020 - 09:19

CAVALESE. Trovato in strada dopo le 22 e in possesso di droga. A finire nei guai è stato un ragazzo fassano di 25 anni che ieri sera è incappato nei controlli portati avanti dai carabinieri della compagnia di Cavalese.

 

Il giovane è stato fermato lungo la SS48, a bordo della propria auto, dai militari della Stazione di San Giovanni di Fassa.

 

All’atto della verifica, non è stato in grado di fornire una valida giustificazione circa la sua presenza in strada, nonostante il divieto di circolazione dopo le 22, ma soprattutto si è mostrato particolarmente teso, tanto da insospettire i carabinieri, che hanno deciso di perquisire il veicolo rinvenendo un grinder (usato per la miscelazione della marijuana con il tabacco).

 

Nel corso della successiva perquisizione, estesa all’abitazione del ragazzo, sono stati recuperati 18 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e la somma di 240 euro, verosimile provento dell’attività di spaccio.

 

Tutto è stato posto sotto sequestro e il giovane deferito alla Procura della Repubblica di Trento, per detenzione al fine spaccio di sostanze stupefacenti, oltre a una sanzione per l’inosservanza delle disposizioni anti-Covid.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 gennaio - 10:39

Dopo ore di attesa, con trattative serrate tra le autorità sanitarie di Roma e di Milano sulla colorazione della Lombardia, sono state grosso modo confermate le classificazioni della scorsa settimana. Trentino ancora giallo, Alto Adige rosso. A cambiare sono solo 2 regioni

23 gennaio - 05:01

Ispra suggerisce un deciso cambio di rotta nella gestione dei plantigradi fin qui messa in campo dal Trentino: “Essenziale e necessaria una migliore e più trasparente rendicontazione da parte della Pat di tutti gli episodi potenzialmente critici”. Per gli esperti la prevenzione è più efficace di dissuasioni e abbattimenti: “Spesso comportamenti potenzialmente pericolosi possono emergere negli orsi come conseguenza di comportamenti umani non adeguati”

23 gennaio - 09:27

Si attendono i rilievi scientifici dei Ris. Oggi diverse squadre dei vigili del fuoco, assieme alle forze dell'ordine, con la strumentazione di ecoscandaglio verificheranno in profondità la presenza di eventuali cadaveri

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato