Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, viola i divieti e va a pulire il capanno da caccia. Nel bruciare le sterpaglie causa anche un incendio. Denunciato e multato un 47enne

E' successo sul monte Ladino, oltre a ricevere una multa di 400 euro per violazione dell’obbligo di restare a casa è stato anche denunciato per incendio boschivo ed ora rischia 5 anni di reclusione

Pubblicato il - 19 aprile 2020 - 08:05

LUMEZZANE. Ha deciso di violare i divieti imposti per il contenimento del coronavirus per andare a sistemare il capanno di caccia nel bosco. Ma non solo, ha anche deciso di violare il divieto di accendere fuochi a causa del forte rischio di incendi.

 

Ed è così che un 47enne è stato sorpreso sul monte Ladino, nella zona di Valtrompia che stava dando alle fiamme erbacce, foglie e rami. Il rogo, ad un certo punto, però, non è più riuscito a controllarlo ed è finito per far scoppiare un vero e proprio incendio che ha mandato in cenere circa 2 ettari di bosco.

 

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco della zona e i carabinieri forestali che hanno trovato il 47enne. L'uomo ha ricevuto una multa di 400 euro per violazione dell’obbligo di restare a casa ma è stato anche denunciato per incendio boschivo ed ora rischia 5 anni di reclusione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 11:55

Il manifestarsi dei sintomi da Covid-19 nella famiglia di Nicola Canestrini ha portato l'avvocato a denunciare una situazione di disorganizzazione dell'Azienda sanitaria. Da giorni, infatti, le richieste di fare un tampone finiscono nel nulla, visto anche che a Rovereto non è possibile effettuarli a pagamento. "Disorganizzazione a marzo comprensibile, ora non più''

23 ottobre - 12:35

Sono numerosi gli utenti che stanno riscontrando problemi a navigare su internet e il blocco totale delle chiamate 

23 ottobre - 11:18

Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 10% perché i test eseguiti sono stati oltre 2.800. Dato in linea con quello rilevato ieri nel vicino Trentino dove, però, si contano molti più morti (dalla seconda ondata sono già 18 contro i 3 di Bolzano)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato