Contenuto sponsorizzato

Derubano un'anziana fingendosi assistenti sociali, l'Ordine di categoria ai cittadini: ''Diffidate di chi si presenta in casa senza un accordo preciso''

Pubblicato il - 13 luglio 2020 - 16:47

TRENTO. “Occorre diffidare ogni volta che persone, mai viste prima, si presentano in casa senza un accordo preciso, dichiarandosi assistenti sociali” è questo l'invito che arriva dall'Ordine degli assistenti sociali del Trentino Alto Adige a tutela dei cittadini dopo l'episodio nei giorni scorsi che ha visto come vittima un'anziana.

 

Quest'ultima ha aperto la porta a due donne, madre e figlia, che si sono finte assistenti sociali per derubarla. Fortunatamente sono state poi fermate dalla polizia.

 

“La fiducia che sta alla base della relazione con la persona impone – viene spiegato - all'assistente sociale di agire sempre con la massima trasparenza. Quindi l'assistente sociale informa sempre la persona sui suoi diritti e doveri, sugli impegni reciproci, su quello che sarà fatto (tra cui eventuali visite a casa) e sulle conseguenze prevedibili degli interventi”.

 

E anche quando l'intervento dell'assistente sociale si svolge in un contesto di controllo o di tutela disposto dal giudice, ha sempre l'obbligo di informare le persone coinvolte delle proprie responsabilità professionali e delle sue implicazioni.

 

E’ comunque possibile per ogni persona verificare se chi si presenta è veramente un’assistente sociale rivolgendosi innanzitutto all’ente o all'organizzazione di cui la persona riferisce essere dipendente o consultando direttamente l’albo professionale (accessibile dalla home page del sito) o ancora rivolgendosi alla segreteria dell'Ordine (telefonando al numero 0461 237644 o scrivendo una mail a segreteria@ordineastaa.it) L'Ordine, infatti, è incaricato per legge della tutela degli interessi delle persone e quindi deve controllare e vigilare sull’esercizio corretto della professione di assistente sociale.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 21:07
Una barca si è rovesciata nel lago di Caldonazzo a causa del forte maltempo che si è abbattuto su ampie porzioni del Trentino. Due persone [...]
Cronaca
23 giugno - 19:56
Chi è abituato a percorrere il viadotto dei Crozi sa che sulla vecchia strada da sempre si formano delle cascate con l'arrivo del maltempo. Ora [...]
Cronaca
23 giugno - 21:22
I due escursionisti, con una comitiva di altre 6 persone, si trovavano a quota 3.100 metri sotto le roccette di Punta Penia quando è avvenuto il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato