Contenuto sponsorizzato

Dramma a Ton, è morta la piccola Giada. Era stata colpita da un malore sabato scorso

Il sindaco di Ton: "Un dolore enorme per tutta la comunità in quanto si parla di una bambina, di un piccolo fiore che stava per sbocciare ma non è riuscita a farci vedere i suoi petali"

Pubblicato il - 26 luglio 2020 - 08:53

TON. Un dramma enorme ha colpito la comunità di Ton. Si è spento il sorriso della piccola Giada, la bimba di 10 anni che una settimana fa era stata colpita da un malore.

 

La piccola, sabato scorso, si era sentita male. Erano da poco passate le 21 quando Giada era stata colpita da un malore che l'aveva portata ad un arresto cardiaco. Immediatamente i genitori avevano dato l'allarme e sul posto si erano portati in pochissimo tempo i soccorriti e il personale medico.

 

Stabilizzata era stata portata al Santa Chiara e poi trasferita in condizioni gravi all'ospedale di Bergamo. Qui i medici hanno cercato di fare di tutto per consentire il recupero di Giada ma purtroppo da sabato scorso le sue condizioni non sono più migliorate e l'altra sera il suo sorriso si è spento. La famiglia, con la sua generosità, ha consentito alla donazione degli organi affinché altri possano continuare a sperare.

 

L'annuncio della morte della piccola è stato dato con un post su Facebook anche dal sindaco di Ton Angelo Fedrizzi che ha espresso le condoglianze e la vicinanza dell'intera comunità alla famiglia di Giada per questo terribile momento.

 

“Per la nostra comunità – ha scritto Fedrizzi - è veramente un brutto giorno. Ho appreso da poche ore che un nostro angioletto Giada Paternoster ci ha lasciato. Un dolore enorme per tutta la comunità in quanto si parla di una bambina , di un piccolo fiore che stava per sbocciare ma non è riuscita a farci vedere i suoi petali.
 

Negli ultimi anni siamo stati colpiti da diverse disgrazie, abbiamo perso persone e ragazzi a cui tutti eravamo legati. Non si pensa mai a queste cose specialmente non pensi che una bambina che ha appena iniziato a vivere ci possa lasciare senza aver avuto la possibilità di poter credere che la vita è bella. Non mi voglio dilungare in discorsi che poi potrebbero anche sembrare noiosi voglio solo far sapere ai genitori, al fratellino, alla sorellina e a tutti i parenti e famigliari, che la comunità di Ton è loro vicina in questo momento dove un abbraccio può dire tante cose. Condoglianze”.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
19 maggio - 19:20
L'ospite di questa puntata di "Da Quassù", il podcast de il Dolomiti realizzato da Marta Manzoni, è Dario Ferroni, che con Luigi [...]
Cronaca
19 maggio - 18:51
Il dramma intorno alle 16. Quando i soccorsi sono arrivati sul posto l'uomo era ancora vivo anche se senza sensi ma poco dopo la sua condizione è [...]
Cronaca
19 maggio - 17:16
L'allarme lanciato in occasione della Giornata Mondiale del Medico di Famiglia, che si festeggia oggi. “Il fenomeno si [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato