Contenuto sponsorizzato

Il cuore di Matilde ha smesso di battere. ''Ciao piccola, Dio sceglie i fiori più belli, questa volta ne ha scelto uno speciale''

Lutto nel vicentino per la morte della piccola Matilde, la bambina di soli sei anni a cui era stata diagnosticata una malattia rara. L'intera comunità si sta stringendo attorno al dolore immenso della famiglia 

Pubblicato il - 16 ottobre 2021 - 11:02

RECOARO. Il cuore della piccola Matilde si è fermato. E' un lutto immenso quello che ha colpito il vicentino in questi giorni. Si è spenta a soli 6 anni di età Matilde Storti, dopo aver lottato per tutto l’arco della sua breve vita contro una malattia rara.

 

Di Recoaro Terme, la piccola, assieme ai suoi genitori, ha lottato fino all'ultimo contro  sindrome metabolica rara diagnosticata sin da neonata. La bimba è spirata all’ospedale di Valdagno.

 

Per la piccola Matilde si erano impegnate équipe composte da medici specialisti e reparti ospedalieri prevenienti da diversi centri del Veneto nel tentativo di salvarla.

 

Purtroppo le sue condizioni nelle ultime settimane sono peggiorare e nei giorni scorsi  il suo piccolo cuore ha smesso di battere.

 

Sono tantissimi i messaggi arrivati nelle ultime ore sui social. Ieri il funerale, l'intera comunità si sta stringendo attorno all'immenso dolore che la famiglia sta provando in questi giorni. 

 

“Se é vero che Dio sceglie i fiori più belli, questa volta ne ha scelto uno speciale. Un fiore talmente delicato che forse solo lui può curare” scrivono alcuni amici.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 7 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 dicembre - 15:43
Sono stati analizzati 8.506 tamponi tra molecolari e antigenici e sono state individuate 255 positività. Nessun decesso ma c'è un [...]
Politica
08 dicembre - 13:53
Manica ha confrontato le due convenzioni per i concerti di Vasco Rossi: “Mentre il Comune di Modena aveva previsto delle forme di indennizzo che [...]
Cronaca
08 dicembre - 14:39
Il malfunzionamento è stato segnalato questa mattina da alcuni cittadini a ilDolomiti. Gpi, l'azienda che gestisce il Cup, si è messa subito al [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato