Contenuto sponsorizzato

Dramma della solitudine a Trento, trovato in casa morto da alcuni mesi. L'allarme lanciato dai vicini

E' successo nel quartiere del Magnete a Trento Nord. L'uomo, 80 anni, viveva da solo e non usciva molto dal proprio appartamento. Sul posto forze dell'ordine, vigili del fuoco e soccorsi sanitari 

Pubblicato il - 08 maggio 2020 - 09:05

TRENTO. Un dramma della solitudine quello accaduto al Magnete, il quartiere che si trova a nord di Trento dove un uomo di 80 anni, Aldo Larentis, è stato rinvenuto morto in casa. Il decesso, secondo le prime analisi, sarebbe avvenuto alcuni mesi fa.

 

A dare l'allarme sono stati i vicini di casa che oltre a non vedere più l'anziano avvertivano un forte odore provenire dall'appartamento.

 

Sono stati quindi avvertite le forze dell'ordine e sul posto si sono portati anche i soccorsi sanitari e i vigili del fuoco che dopo aver abbattuto la porta per entrare si sono trovati davanti il corpo dell'anziano.

 

Le prime analisi, come riportato anche dalla stampa locale, hanno confermato che la morte  sarebbe avvenuta circa due mesi fa. L'uomo viveva da solo e non usciva molto dal suo appartamento.

 

Quello avvenuto ieri è l'ennesimo dramma in queste settimane di “isolamento forzato” per il contenimento del coronavirus. Ad inizio di maggio ad essere trovata senza vita in casa, morta da alcune settimane, era stata la professoressa Floriana Tagliapietra.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 15:08

Le minoranze proprio questo pomeriggio hanno presentato una mozione per chiedere la creazione di una commissione d'indagine per verificare il tasso di effettiva diffusione del virus Covid-19 sul territorio Trentino, le modalità del suo monitoraggio e le azioni adottate per la sua gestione

26 gennaio - 15:30

La giornata di Conte è iniziata con l'ultimo Consiglio dei Ministri per poi proseguire al Quirinale e al Senato, dove ha annunciato la sua decisione a Mattarella e ai presidenti delle Camere. Al vaglio ora le varie opzioni: dal Conte "ter" allo scioglimento delle Camere

26 gennaio - 13:34

Bolzano fa un passo indietro dopo la mancata accettazione della classificazione del Cts e l'inserimento a livello europeo nella "zona rosso scuro". Pronta una nuova ordinanza che introduce restrizioni da domenica 31 gennaio. Kompatscher: "Sappiamo che le classificazioni nazionali e europee hanno conseguenze giuridiche. Per questo abbiamo deciso di prendere atto di questa situazione"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato