Contenuto sponsorizzato

Esibisce un biglietto già usato e si rifiuta di scendere dal bus. Denunciato un 33enne per interruzione di pubblico servizio

Un 33enne è stato denunciato per interruzione di servizio pubblico a Gais, in Val Pusteria, dopo che aveva esibito al controllore un biglietto già usato e si era rifiutato di scendere. Arrestata invece una 42enne colta sul fatto nel rubare in un locale di Gargazzone, vicino a Merano

Pubblicato il - 21 luglio 2020 - 15:52

GAIS (BZ). È stato denunciato per interruzione di pubblico servizio il 33enne responsabile nella giornata di lunedì della partenza ritardata di un bus ad una fermata di Gais, in Val Pusteria. Richiesto il biglietto dal controllore, il giovane, di nazionalità nigeriana, ha esibito un vecchio biglietto già obliterato, rifiutandosi, di fronte agli inviti, di scendere dal mezzo.

 

Necessario è stato a quel punto l'intervento dei carabinieri della stazione di Chienes, chiamati dal controllore per smuovere la situazione e permettere al mezzo di lasciare Gais. Prelevato il giovane, quest'ultimo è riuscito finalmente a partire, mentre in caserma i militari identificavano il soggetto responsabile come già noto alle forze dell'ordine per aver, qualche mese fa, aggredito la capotreno sulla tratta Lienz-Fortezza, beccandosi una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale.

 

Diverso destino, invece, per una donna di 42 anni di Merano, colta sul fatto mentre rubava in un bar di Gargazzone. Questa è stata infatti sottoposta alla misura cautelare dei domiciliari, dopo essere stata presa in consegna dai carabinieri della stazione di Postal.

 

Inutili i suoi tentativi di farla franca. La donna, pluripregiudicata per reati contro il matrimonio, era stata colta infatti in flagrante dalla titolare e da una dipendente del locale, entrate alle 8 per cominciare il proprio turno. Trovata mentre rovistava nel bancone, la donna aveva ripetutamente chiesto di essere lasciata andare in cambio della refurtiva, incontrando però la ferma risposta negativa delle due.

 

Identificata in caserma, dove si sono svolte le formalità del caso, la 42enne è stata dichiarata in stato d'arresto e collocata come detto ai domiciliari nella propria abitazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 05:01

Ieri l'incontro in Quinta Commissione provinciale tra i rappresentanti del Consiglio del sistema educativo e il direttore del dipartimento prevenzione dell'Apss. Sul tavolo anche le questioni sollevate da il Dolomiti sui tempi che si allungano per sapere l'esito dei tamponi per gli studenti (e si traducono in lunghi isolamenti anche per i genitori) e i test antigenici. Ecco cosa è emerso

29 settembre - 19:53

Ieri pomeriggio un mezzo pesante ha causato un incidente sulla strada statale 350. A rimanere bloccata anche un'ambulanza che in codice rosso da Serrada stava raggiungendo l'ospedale di Rovereto. I sanitari sono stati costretti a invertire la marcia e scegliere un'altra strada allungando il viaggio d'emergenza 

29 settembre - 20:54
L'esecutivo comunale è composto da 4 donne: 2 in quota Partito democratico, una rappresentante per Azione-Unione e Insieme. Il primo cittadino, Franco Ianeselli, ha delineato la Giunta a palazzo Thun chiamata a guidare Trento per i prossimi 5 anni: "Lavoriamo per la città in un'ottica di sostenibilità ecologica, economica, sociale e istituzionale"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato