Contenuto sponsorizzato

I VIDEO. L'orso sbuca sulla strada, si arrampica sull'albero e si fa una scorpacciata di ciliegie

Nelle scorse settimane un plantigrado è stato immortalato a Lover, frazione nel Comune di Campodenno, mentre questa volta l'incontro è avvenuto in località Castel La Santa all'altezza del campo da calcio tra i centri abitati di Termon e Cunevo

Di Luca Andreazza - 16 giugno 2020 - 12:16

CUNEVO. Una scorpacciata di ciliegie per poi ritornare a nascondersi nei boschi. Un orso è stato avvistato in val di Non nella serata di ieri, lunedì 15 giugno.

 

Nelle scorse settimane un plantigrado è stato immortalato a Lover, frazione nel Comune di Campodenno (Qui video), mentre questa volta l'incontro è avvenuto in località Castel La Santa all'altezza del campo da calcio tra i centri abitati di Termon e Cunevo.

"Ero in auto quando ho visto una palla di pelo sbucare dai meleti e attraversare la strada", spiega Martina Valentinelli, l'autrice dei video, che aggiunge: "Mi sono resa conto che era un orso intento a scavalcare una recinzione per salire su un albero".

 

La giovane si è avvicinata lentamente con il veicolo e rimasta un po' a distanza ha iniziato a girare il video. "E' rimasto tranquillo a mangiare le ciliegie - dice Martina - poi dopo una ventina di minuti è sceso per allontanarsi senza fare prestare alcuna attenzione a noi".

 

Il grande carnivoro, infatti, dopo essersi guardato un po' intorno si è diretto verso il bosco. Altre incredibili immagini dopo quello che ha fatto il giro del web con protagonista il piccolo Alessandro che a Sporminore si è comportato in modo esemplare (Qui video).

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 05:01

Ieri l'incontro in Quinta Commissione provinciale tra i rappresentanti del Consiglio del sistema educativo e il direttore del dipartimento prevenzione dell'Apss. Sul tavolo anche le questioni sollevate da il Dolomiti sui tempi che si allungano per sapere l'esito dei tamponi per gli studenti (e si traducono in lunghi isolamenti anche per i genitori) e i test antigenici. Ecco cosa è emerso

30 settembre - 10:00

L'amministrazione comunale ,in una nota, ha ricordato che la temperatura massima interna della casa prevista dalla legge è di 20 gradi centigradi: temperature più basse peggiorano il comfort mentre a ogni grado in più di temperatura interna dell’aria corrisponde, ovviamente, un maggior consumo di combustibile

29 settembre - 19:23

Si tratta di una studentessa del liceo sociale di Brunico che è risultata positiva al Covid-19. Né i suoi compagni, né il personale docente sono in quarantena, in quanto la ragazza nei giorni scorsi si trovava in quarantena preventiva

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato