Contenuto sponsorizzato

Incendio nella notte, distrutto dalle fiamme gran parte di Maso Toffa

Sede di una comunità riabilitativa, l'allarme è scattato ieri sera attorno alle 22. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco ma gran parte della struttura era già stata avvolta dalle fiamme 

Foto archivio
Pubblicato il - 05 maggio 2020 - 09:21

CARANO. Tanta paura paura ma fortunatamente nessun ferito nell'incendio che è scoppiato ieri sera attorno alle 22 a Carano a Maso Toffa, struttura della cooperativa sociale Oltre dove è presente una comunità socio educativa.

 

Le fiamme in pochissimo tempo hanno avvolto quasi interamente la struttura. L'allarme ha permesso alle persone di uscire in tempo e di mettersi in salvo.

 

Sul posto si sono portati immediatamente i vigili del fuoco che hanno cercato di fermare l'incendio ma purtroppo gran parte dello stabile è andato distrutto.

 

Le operazioni di spegnimento sono proseguite fino a tarda notte e l'area è stata messa in sicurezza. Questa mattina, sempre da parte dei vigili del fuoco, sono stati effettuati ulteriori sopralluoghi per controllare la situazione e verificare eventuali altri focolai.

 

Sulle cause dell'incendio sono in corso le verifiche anche da parte delle forze dell'ordine.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 gennaio - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 gennaio - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato