Contenuto sponsorizzato

La pastora Agitu è stata uccisa, trovate delle ferite sul corpo. In corso le indagini dei carabinieri

La donna è stata trovata per terra nella propria abitazione a Frassilongo. In questi minuti sono in corso i rilievi per capire cosa possa essere realmente successo (QUI L'AGGIORNAMENTO)

Di GF - 29 dicembre 2020 - 21:49

TRENTO. Agitu Ideo Gudeta è stata uccisa. La donna è stata trovata senza vita nella sua abitazione a Maso Villata in valle dei Mocheni dove gestiva un allevamento di capre.

 

Agitu è stata trovata sul pavimento dell'abitazione e, secondo le prime informazioni, sul corpo sono state rilevate anche delle ferite. Tra queste una alla testa che potrebbe essere quella ad aver portato alla morte.

 

Sul posto si sono portati i Carabinieri della Compagnia di Trento. Da parte dei militari sono in corso i rilievi per capire cosa possa essere successo.

 

In Trentino dal 2010 la sua è una storia di successo e integrazione raccontata da tutti i giornali anche internazionali. Nel 2018, però, aveva denunciato aggressioni e dispetti in Val dei Mocheni da parte di un uomo. ''Brutta negra'', ''voi non potete stare qua, tornatevene al vostro Paese'', ''devi morire'' questi i gravi insulti che aveva ricevuto e che aveva deciso di denunciare alle forze dell'ordine. Dispetti a non finire, aveva raccontato a ilDolomiti.it con gomme della macchina e del carretto bucate nella notte, danni ai macchinari e minacce. Poco dopo la sua denuncia un uomo era stato arrestato per stalking finalizzato alla discriminazione razziale. Lo scorso gennaio era stato condannato a 9 mesi per lesioni dal Tribunale di Trento. Al momento non c'è alcun indizio su un suo coinvolgimento e gli inquirenti tendono ad escluderlo. 

 

Ad intervenire sulla tragedia è la senatrice Donatella Conzatti: “Un atto di violenza inaudito quello che ha coinvolto Agitu Ideo Gudeta conosciuta come la 'regina delle capre’ uccisa brutalmente nella propria abitazione. Ho avuto il piacere di conoscerla e non serve dire che è una donna straordinaria per forza, solarità e coraggio. Non riesco ad accettare che sia successo e per questo fatico a parlare di lei al passato. Ma va sottolineato che si tratta di una donna, una lavoratrice instancabile, da tempo vittima di soprusi e minacce. Le dinamiche dell’omicidio non sono ancora ben chiare, per questo confido in un rapido svolgimento delle indagini. Dobbiamo reagire, tutti, con la forza delle punizioni contro reati abnormi ma ancora di più contro un degrado sociale e culturale che va bruscamente fermato”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 19:43

A livello nazionale esiste un “Fondo per la morosità incolpevole” e un “Fondo per gli sfratti”. Due fondi con milioni di euro ai quali la provincia di Trento e di Bolzano, però, non possono chiedere aiuto. Perché? Hanno voluto creare una propria politica per la casa che però ora con la pandemia non sembra aiutare le tante famiglie in difficoltà

18 gennaio - 10:59

Numeri del contagio in aumento in Alto Adige, dove nelle ultime 24 ore i nuovi positivi sono 175, a fronte di un indice contagi/tamponi salito all'8,64%. Due i decessi, che portano il bilancio da inizio pandemia a 811, 517 solamente da settembre. Crescono ricoveri e terapie intensive

18 gennaio - 11:21

Si è verificata una collisione tra due vetture. I conducenti trasportati in ospedale. In azione la macchina dei soccorsi 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato