Contenuto sponsorizzato

L'auto non passa e allora tira un mattone contro il finestrino dell'altra, la sposta e si allontana. Incastrato da due turisti tedeschi

I due hanno notato una coppia che per poter passare all'altezza del parcheggio della Ponale aveva rotto il finestrino di una piccola macchina che rendeva loro difficile la manovra e l'avevano spinta contro la rete per farsi spazio. La polizia li ha rintracciati e ora dovranno rispondere di danneggiamento

Pubblicato il - 06 October 2020 - 18:57

RIVA DEL GARDA. Incastrato nel parcheggio con il suo macchinone da un'altra piccola autovettura, ha pensato di risolvere la situazione nel modo più drastico: ha preso un mattone, ha sfondato il finestrino, ha sganciato il freno a mano e ha spostato il mezzo per poi andarsene. Risultato? E' stato visto da due turisti tedeschi che, allibiti per l'accaduto, hanno subito chiamato la polizia e agli agenti hanno riferito il numero di targa dell'auto del vandalo. Insomma, pensavano di averla fatta franca i due autori del danneggiamento di una autovettura parcheggiata in via Gargano a Riva del Garda ma così non è stato.

 

I fatti sono successi domenica 13 settembre quando una ragazza ha deciso di andare a fare due passi lungo la strada del Ponale sopra il Garda. Parcheggia la sua piccola auto, si è avviata lungo il sentiero. Poco dopo, però, è sopraggiunto il proprietario di una grossa autovettura parcheggiata di lato al mezzo della giovane. L’uomo, che era accompagnato dalla sua compagna, si è reso conto che non riusciva a uscire dal parcheggio, proprio perché le autovetture parcheggiate di lato e davanti alla sua non gli permettevano di fare una agevole manovra.

 

Indispettito ed innervosito ha deciso di risolvere il problema in maniera radicale. Ha preso un mattone trovato al lato della strada e lo ha scagliato contro il finestrino della piccola autovettura che gli ostruiva il passaggio sfondandolo. A quel punto si è calato all’interno dell’autovettura, ha disinserito il freno a mano e ha spostato il mezzo. Il tutto sotto l'occhio vigile della donna che lo accompagnava. Terminata l'operazione i due sono risaliti a bordo dell'auto per andarsene. Poco distante, però, la scena è stata in parte vista da due turisti tedeschi che, immediatamente, hanno chiesto l’intervento di una volante a cui hanno riferito l’accaduto.

 

Gli agenti del commissariato di polizia di Riva del Garda hanno, quindi, annotato il tipo e il numero di targa del mezzo utilizzato dalla coppia per allontanarsi e in poco tempo sono riusciti a risalire al proprietario della grossa autovettura e soprattutto al suo riconoscimento fotografico. Non essendo certa tutta la dinamica gli investigatori del commissariato hanno dovuto anche acquisire un video, dal quale sono emerse chiaramente tutte le fasi dell’azione dell’uomo che hanno portato alla rottura del vetro e poi, anche, alla collaborazione della donna che, insieme al compagno, ha spinto l’auto di intralcio contro la recinzione della galleria.

 

“Spesso i danneggiamenti su autovetture rimangono insoluti proprio perché gli autori prestano molta attenzione nel verificare che non vi siano testimoni o telecamere che possano identificarli. In questo caso - commenta il vicequestore Salvatore Ascione, dirigente del commissariato di Riva del Garda - la collaborazione dei cittadini, primo baluardo della sicurezza partecipata, e la costanza della polizia giudiziaria nel ricercare le immagini che potevano confermare quello che era stato intuito dai testimoni, sono stati gli elementi per risolvere il caso e garantire la tutela degli interessi della cittadinanza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 January - 19:47

Sono 279 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 27 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

21 January - 20:22

L'albergo su corso Rosmini nel centro storico della città della Quercia resta operativo e cerca di reggere un mercato profondamente stretto e diverso. Marco Zani: "Cerchiamo anche di mettere in rete le peculiarità della zona, la vicinanza del Monte Baldo, la Campana dei caduti e i musei, così come le tante possibilità offerte dalla Vallagarina. Ideato offerte speciali per fa lavorare anche il ristorante la sera"

21 January - 17:58

Sono state registrare 26 dimissioni e 238 guarigioni. Cala il numero dei pazienti in ospedali. Analizzati oltre 4 mila tamponi. Sono state confermate 191 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato