Contenuto sponsorizzato

Lavarsi mani e corpo con la candeggina o bere l'etanolo non serve per proteggersi dal coronavirus. Le fake news smentite dal ministero della Salute

Continuano le fake news diffuse sui social. Alcune possono essere davvero pericolose, metanolo ed etanolo sono velenosi e possono provocare gravi danni all’organismo non servono a proteggere dal coronavirus 

Pubblicato il - 18 maggio 2020 - 19:03

TRENTO. Dal lavarsi le mani o altre parti del corpo con la candeggina per proteggersi dal virus al bere etanolo per non essere contagiati. Continuano senza sosta le fake news sui social che, se seguite, possono mettere anche a serio rischio la salute delle persone.

 

L'azione del ministero della Salute per smentire le bufale circolanti in rete e sui social non si ferma.

 

Di seguito l'elenco delle fake news confutate questa settimana sulla base delle evidenze scientifiche attualmente disponibili. 

 

1. La barba espone ad un maggior rischio di infettarsi con il nuovo coronavirus

La barba in sé non espone ad un rischio maggiore di contrarre il nuovo coronavirus. Ovviamente va curata la sua igiene e va regolata la mascherina, quando la si indossa, in modo che aderisca bene al viso, ma non vi sono attualmente evidenze che tagliarsi la barba aiuti ad evitare il contagio da SARS-CoV-2. Le notizie diffuse a riguardo nelle ultime settimane nascono dall'affrettata interpretazione di un'infografica del 2017 del Centers for Disease Control and Prevention (CDC) americano, dedicata alla sicurezza sul lavoro, per il corretto utilizzo delle mascherine in generale. Le relative indicazioni del CDC si riferiscono all'uso corretto dei presidi medici, mettendo a confronto 36 tipologie di rasatura, 18 delle quali vengono sconsigliate perché potrebbero rendere inefficace il funzionamento della mascherina. 

 

2. Per proteggermi dal nuovo coronavirus posso lavarmi le mani e/o altre parti del corpo che hanno toccato superfici esterne con la candeggina

Si raccomanda di non spruzzare o lavare parti del corpo con la candeggina perché l’ipoclorito di sodio può causare irritazioni e danni alla pelle e agli occhi ed esporre al rischio di inalazioni a concentrazioni nocive per la salute. La candeggina va utilizzata nella diluizione adeguata per disinfettare le superfici e non la pelle. E’ importante ricordare anche di tenere la candeggina fuori della portata dei bambini. Il modo migliore per proteggersi dal nuovocoronavirus è lavarsi le mani frequentemente con acqua e sapone, o con soluzioni a base alcolica, e rispettare le distanze di sicurezza. 

 

3. Bere metanolo o etanolo protegge dall’infezione da nuovo coronavirus

Metanolo ed etanolo sono velenosi e possono provocare gravi danni all’organismo. Sono utilizzati in alcuni prodotti per la pulizia per eliminare il virus dalle superfici, ma non vanno ingeriti.

 

4. Il nuovo coronavirus è sensibile al freddo quindi per proteggersi in casa è bene accendere il condizionatore impostandolo sulla temperatura più bassa possibile.

Non ci sono attualmente evidenze scientifiche che il freddo protegga dall’infezione da nuovo coronavirus. 

 

5. L’acqua potabile può trasmettere il nuovo coronavirus

I metodi convenzionali di trattamento dell’acqua che utilizzano filtrazione e disinfezione, come quelli della maggior parte dei sistemi municipali di acque potabili, sono efficaci nell'abbattimento del virus. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) evidenzia che non sono necessarie misure di prevenzione e controllo aggiuntive rispetto alle pratiche di gestione delle acque destinate al consumo umano già adottate in Europa.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 10:44

Mentre in Trentino aumentano i contagi, sul fronte scuola il presidente Fugatti ha espresso la volontà di discostarsi rispetto al Dpcm evitando di riconvertire le scuole superiori per il 75% alla didattica a distanza. Ma altre sono le criticità intraviste dai docenti, tra cui la mancanza dell'obbligo di indossare la mascherina in classe. Pubblichiamo a riguardo una lettera di un insegnante. "E' la causa di questo aumento vertiginoso dei casi"

26 ottobre - 21:16

A pochi giorni dal via è stata annullata la fiera Modena Skipass che segna solitamente l'avvio della stagione invernale, un effetto dell'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte. Maurizio Rossini, Ceo di Trentino Marketing: "Si lavora a protocolli condivisi con le Regioni dell'arco alpino. L'inverno è fondamentale anche per quello che rappresenta in termini di posti di lavoro"

27 ottobre - 12:06

I vigili del fuoco volontari sono in azione dalla tarda serata di ieri per mettere in sicurezza diverse zone del territorio. Nel corso della giornata migliorano le condizioni meteo 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato