Contenuto sponsorizzato

Maltempo in Trentino, continua a piovere e nevicare ma riaprono molte strade (ecco quali). Tra smottamenti e pericolo valanghe la situazione in provincia

Allagamenti, frane e valanghe determinano ancora la chiusura diverse strade. Resta chiusa, per esempio, per allagamento la statale 12 del Brennero, tratto comunale a sud dell’abitato di Rovereto, mentre stanno riaprendo quasi tutte le strade della Val di Sole (anche se, per esempio, resta chiusa la provinciale 229 tra Passo Mendola e località Campi di Golf). Da segnalare invece il franamento della scarpata a valle della statale 421 in località Ponte Arche

Foto Mario Demarchi
Di L.P. - 06 December 2020 - 18:14

TRENTO. Si stanno andando a risolvere molte delle criticità registrate nelle scorse ore in Trentino per quanto riguarda la viabilità. Smottamenti, frane e valanghe provocati dalle forti precipitazioni associate a neve molto bagnata hanno causato gravi disagi alla circolazione provinciale negli ultimi due giorni. In questo senso, per esempio, resta chiusa la strada provinciale della Val di Centa per uno smottamento a valle dell'abitato di Centa San Nicolò (che è raggiungibile con la statale 349 da località Pian dei Pradi). Restano chiuse per pericolo valanghe la provinciale 25 di Garniga tra Garniga Vecchia e le Viote e la provinciale 85 del Bondone tra Viote e Lagolo

 

Resta chiusa per allagamento la statale 12 del Brennero, tratto comunale a sud dell’abitato di Rovereto, mentre stanno riaprendo quasi tutte le strade della Val di Sole (anche se, per esempio, resta chiusa la provinciale 229 tra Passo Mendola e località Campi di Golf). Da segnalare invece il franamento della scarpata a valle della statale 421 in località Ponte Arche, dove è istituito un restringimento di carreggiata. Dal primo pomeriggio è stata regolarmente riaperta la Statale 240 dir tra Nago e Bolognano, chiusa per allagamenti; riaperta, con circolazione a senso unico alternato, anche la statale 249 dove, tra Torbole e località Tempesta, nella serata di ieri si era verificato uno smottamento a monte della sede stradale.

 

Nevica a quote superiori a 1300-1500 metri. Nel corso della giornata si sono registrati in modo diffuso allagamenti, frane e smottamenti e cadute di alberi, in buona parte già risolti. In montagna, a quote superiori a 1000-1200 metri, continua e proseguirà anche nella giornata di domani, la pulizia delle strade dalla neve con lame e frese. Sono inoltre in corso in diversi settori del territorio a quote superiori ai 700 - 1000 metri interventi per il taglio e la rimozione di piante in stabilizzate dalla neve e dalla pioggia caduta nei giorni scorsi. Si ricorda che dal 15 novembre è in vigore l’obbligo di viaggiare con pneumatici da neve o catene a bordo, montate durante le precipitazioni nevose.
 

Ecco la situazione delle strade aggiornata alle 17.00

 

Strade sett 1 – ALTA VALSUGANA

Nevica oltre 1500 metri di quota.

Prestare particolare attenzione lungo la SS 47 della Valsugana per la formazione di localizzati dissesti nella piattaforma stradale dovuti ad infiltrazioni d’acqua;

DIVIETO di transito per gli automezzi complessi con massa a pieno carico maggiore di 7,5 tonn (autotreni e autoarticolati) della SS 350 Folgaria – Val D’Astico tra loc. Carbonare di Folgaria e Lastebasse (confine provinciale)

CHIUSA SP 133 di Monterovere, che da Caldonazzo e Levico Terme conduce verso Luserna, per caduta sassi e smottamento;

CHIUSA SP 108 della Val di Centa, per smottamento a valle dell’abitato di Centa San Nicolò, raggiungibile da loc. Pian dei Pradi lungo la SS 349 Val D’Assa Pedemonatna Costo.

Sono caduti da inizio evento circa i seguenti quantitativi di neve:

Zona Passo Vezzena 60-70 cm.

Monte Panarotta parcheggio piste da sci 60 cm.

Passo del Redebus - Alta Val dei Mocheni 50 cm.

 

Strade sett 4 – TRENTO - MONTE BONDONE – PAGANELLA

Nevica oltre 1400 metri di quota.

CHIUSA per pericolo valanghe la SP 25 di Garniga tra loc. Garniga Vecchia e loc. Viote.

CHIUSA per pericolo valanghe la SP 85 del Monte Bondone tra loc. Viote e Lagolo.

ISTITUITI senso unico alternato:

lungo la S.P.76 Gardolo – Lases per caduta massi, tra Gazzadina e Albiano.

lungo la S.P. 85 del Monte Bondone a valle dell’abitato di Sardagna per dilavamento e buca in carreggiata.

lungo la S.P. 106 di San Michele all’Adige, a sud dell’abitato, per erosione scarpata.

Sono caduti da inizio evento circa i seguenti quantitativi di neve:

Altopiano della Paganella 60 cm.

Monte Bondone in loc. Vason e Viote 100 cm.

 

Strade sett 8 – ROVERETO – VALLARSA – VALLAGARINA

Nevica oltre 1500 metri di quota.

Nel complesso non si segnalano particolari problemi alla circolazione.

CHIUSA per pericolo valanghe la SS 46 del Monte Pasubio – diramazione Ossario in alta Vallarsa.

CHIUSA per allagamento la SS 12 del Brennero, tratto comunale a sud dell’abitato di Rovereto, deviazioni in loco.

Si rammentano infine le chiusure stagionali fino al confine di provincia, della SP 3 del Monte Baldo da loc. San Valentino e della SP 138 del Passo della Borcola da loc. Incapo a Terragnolo.

Sono caduti da inizio evento circa i seguenti quantitativi di neve:

Passo Coe – (Folgaria) 100 cm

Passo Sommo (Folgaria) 70 cm

Pian delle Fugazze (Vallarsa) 70 cm

Monti Lessini 80 cm

San Valentino (Altopiano di Brentonico) 90 cm

 

Strade sett 5 – VAL DI NON E SOLE

Nevica debolmente a quote superiori a 1200 – 1300 metri.

Sono state riaperte, dopo il taglio e la rimozione di alcune piante cadute in carreggiata o instabili a bordo strada:

- la S.P. 87 tra Cogolo e Peio Fonti,

- la S.S. 42 a monte dell’abitato di Ronzone,

- la S.P. 57 tra Cis e Livo.

In serata saranno riaperte anche:

-   la S.S. 238 delle Palade tra Fondo ed il confine con la provincia di Bolzano, dove è in via di completamento il taglio di alcune piante instabili;

- la S.S. 42 tra Mostizzolo e l’intersezione con la S.P. 6 in loc. Scanna.

Rimane invece chiusa la S.P. 229 tra Passo Mendola e località Campi di Golf.

Sono chiuse per pericolo valanghe:

- la S.P. 141 dir Montes (in comune di Malè;

- la S.P. 86 a monte di Fonti di Rabbi.

 

Strade sett 6 – VALLI GIUDICARIE – VAL RENDENA

Nevica in alta val Rendena a quote superiori a 1400 metri e piove a quote inferiori.

Gli allagamenti e smottamenti che avevano interessato la SS 237 nel tratto tra Tione e Ponte Arche sono stati risolti.

Da segnalare il franamento della scarpata a valle della S.S. 421 al km 38,900 in località Ponte Arche, dove è istituito un restringimento di carreggiata.

Su diverse strade (S.P. 222, S.P. 236, S.S. 239) si sono registrate cadute di alberi risolte già di primo mattino con l’intervento dei Vigili del Fuoco e di imprese boschive.

Tutte le strade del Settore sono agibili.

 

Strade sett 7 – ZONA ALTO GARDA, VAL DI LEDRO E VAL DI GRESTA

Dal primo pomeriggio è stata regolarmente riaperta la S.S. 240 dir tra Nago e Bolognano, già chiusa per allagamenti; riaperta, con circolazione a senso unico alternato, anche la S.S. 249 dove al km 94,300, tra Torbole e località Tempesta, nella serata di ieri si è verificato uno smottamento a monte della sede stradale.

Senso unico alternato anche sulla S.P. 127 di Tremalzo al km 2,500 per uno smottamento della scarpata a valle.

Permane la chiusura per pericolo valanghe della S.P. 85 nel tratto tra loc. Viote del Bondone e Lagolo.

 

Strade sett 2 – BASSA VALSUGANA E PRIMIERO

Precipitazioni nevosa in corso da quota superiore a 1500/1600 m. circa.

A quota inferiore pioggia.

Si rammenta la chiusura stagionale della S.P.31 del passo Manghen da località Baessa (km 15+500) a località Ponte Stue nel Comune di Castello-Molina di Fiemme (km 32+500).

Permane la chiusura del passo Rolle sulla SS 50 dal km 87,00 al km 95,00 circa per pericolo valanghe.

Permane la chiusura del passo Brocon sulla SP 79 nel tratto dal km 18,000 al km 29,200 circa (parcheggi impianti da sci) per pericolo valanghe e nel tratto dal km 15,400 al km 15,550 per danneggiamento barriera paramassi a monte e cedimento di metà carreggiata a valle prima del bivio per la frazione.

Permane la chiusa SP 65 dal km 11,000 al km 11,200 per frana.

Permane la il restringimento della carreggiata sulla SS 47 al km 97,800 direzione Padova per allagamento dovuto ad infiltrazioni d’acqua nella galleria Ausugum.

Aperta la SP 221 della Val Noana dal km 1,300 chiusa per pericolo caduta piante.

Aperta la SP 56 di Caoria al km 3,500 chiusa per abbondanti venuti di acqua e materiale dal versante di monte.

Aperta la SS 347 del passo Cereda al km 4,000 chiusa per pericolo caduta piante.

Instituito un senso unico alternato sulla SP 31 al km 10,000 circa causa erosione della rampa di valle.

Istituito un senso unico alternato sulla SS 50 dal km 62 al km 64 circa lungo il lago Schener per allagamenti dovute a venute d’acqua da monte.

Neve caduta nella giornata odierna: passo Rolle (SS 50) 20/30 cm;

Per le restanti tratte stradali non sono segnalate criticità per il transito veicolare.

 

Strade sett 3 – VALLI DI FIEMME E FASSA

Precipitazioni nevosa in corso da quota superiore a 1400 m. circa.

A quota inferiore pioggia.

Permane la chiusura dei passi per pericolo valanghe: passo Fedaia sulla SS 641 anticipata al km 4 circa (loc. Penia) per pericolo caduta piante fino al km 14,200 (confine con la provincia di Belluno); passo Sella sulla SS 242 dal km 35 in loc. Pian Schiavaneis al km 30,900 (confine con provincia di Bolzano); passo Pordoi sulla SS 48 al km 76,400 in provincia di Belluno; passo Valles lato in provincia di Belluno.

Aperta la SS 612 al km 35,680 tra Stramentizzo e Capriana chiusa per caduta masso.

Permane Chiusa la SS 612 al km 43,700 tra Molina e Castello di Fiemme per cedimento rampa di valle.

Istituito senso unico alternato sulla SS 48 al km 29,800 tra Tesero e Panchià per cedimento rampa di valle

Chiusa SS 50 al km 105,200 loc. Forte Buso per caduta massi di grosse dimensioni

Chiusa la SP 71 al km 15,500 per allagamento causa venute acqua.

Prolungato il tratto chiuso al traffico della SP 31 del passo Manghen dal km 32,500 loc. ponte Stue al km 38,500 loc. Piazzol per pericolo caduta piante

Nella notte sui passi ulteriore accumulo di neve di circa 20 cm.

Nel fondovalle si segnalano possibili criticità dovute alla presenza di ristagni d’acqua sulla carreggiata causa intasamento caditoie dalla neve.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 4 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 agosto - 13:10
La piena dell'Adige delle ultime ore e la violenza dell'acqua hanno restituito moltissimi rifiuti che ora si trovano sugli argini del fiume assieme [...]
Cronaca
05 agosto - 13:49
Fra tecnici e vigili del fuoco sono entrati in azione circa 1.000 soccorritori per contrastare i danni da maltempo. Adige e Isarco in piena: “La [...]
Cronaca
05 agosto - 11:54
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Telve, le forze dell'ordine e gli ispettori dell'Oupsal. Il giovane è stato trasferito [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato