Contenuto sponsorizzato

Neve e strade ghiacciate fanno “strage” di automezzi: decine gli interventi dei vigili del fuoco. Chiuse alcune strade

Tantissimi gli automobilisti in difficoltà, per ragioni di sicurezza è stata disposta la chiusura di alcune strade montane e di alcuni passi dolomitici, in particolare fra Veneto e Trentino-Alto Adige

Pubblicato il - 04 March 2020 - 09:24

TRENTO. Il ritorno della neve sta mettendo in difficoltà automobilisti e pendolari, costringendo i vigli del fuoco a decine di interventi. Aumentano gli incidenti così come le uscite di strada autonome. Si registrando anche molti veicoli in panne o bloccati dalla neve.

 

Sicuramente la neve degli scorsi giorni ha colto di sorpresa molti utenti della strada provocando non pochi disagi alla viabilità. La provincia di Bolzano per ragioni di sicurezza ha disposto la chiusura di Passo Gardena e Passo Valparola. Misura “leggera” per Passo Giovo che resta chiuso soltanto per la notte, ovvero dalle 18 alle 8. Si ricorda che per la chiusura invernale rimangono intransitabili anche: Passo dello Stelvio, Passo Rombo, Passo Pennes, Passo delle Erbe (raggiungibile dalla Val Badia) e Passo Stalle.

 

Solo il corpo dei vigili del fuoco di Taio, nel pomeriggio di ieri martedì 3 febbraio, è dovuto intervenire più volte per recuperare vari automezzi bloccati sulla salita del Sabino.

 

Migliora la situazione al confine con il Veneto, anche qui si sono contati innumerevoli incidenti e uscite di strada che hanno costretto i soccorritori agli straordinari. Fortunatamente, già nel tardo pomeriggio di ieri Veneto strade ha deciso di riaprire la strada regionale 48 “delle Dolomiti” nella zona di passo Pordoi, località ponte Vauz-Arabba, così come lungo la stessa tratta “Passo Falzarego (lato Arabba), località Pian di Falzarego. Riaperta anche la strada provinciale 148 “Cadorna” in località Forcelletto.

 

Rimangono chiusi al traffico seguenti tratti:

- S.P. 24 “Valparola” dalla progressiva km 0+000 (loc. Passo Falzarego) alla progressiva km 5+250

(confine Provincia di Bolzano);

- S.P. 347 “del Passo Cereda e Passo Duran” dal km 44+200 (loc. Passo Duran) al km 49+000

(loc. Le Vare);

- S.P. 347“del Passo Cereda e Passo Duran” dal km 56+000 (loc. Fornesighe) al km 68+000 (loc.

Cibiana);

- S.P. 619 “di Vigo di Cadore” dal km 12+000 (loc. Antoia) al km 17+300 (loc. Rifugio Tenente

Fabbro);

- S.P. 638 “del Passo Giau” dal km 0+000 (loc. Pocol) al km 18+900 (loc. bivio Posalz);

- S.P. 641 “del passo Fedaia” dal km 16+950 (loc. Capanna Bill) al km 14+210 (confine con

Provincia di Trento);

- S.P. 5 dir “di Lamosano” - Bongaio Fail – dalla progressiva km 0+070 (loc. Bongaio) alla

progressiva km 0+450 (fine abitato di Schiucaz);

Si ricorda che la S.P. 33 “di Sauris” risulta non transitabile per Chiusura invernale

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 giugno - 09:20
Mistero sul lago di Garda dove, a bordo di un’imbarcazione arenata, è stato rinvenuto il cadavere di un uomo. Il natante presenta danni da urto [...]
Cronaca
20 giugno - 10:08
I giovani coinvolti nell’incidente hanno rispettivamente 19, 21 e 22 anni e una volta estratti dalle lamiere sono stati presi in carico dai [...]
Cronaca
20 giugno - 09:42
Le condizioni del ragazzo, di soli 19 anni, erano apparse subito molto gravi. Purtroppo le ferite riportate nello schianto si sono rivelate fatali, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato