Contenuto sponsorizzato

Oltre 60 interventi sulle piste, in Polsa due bambini di 4 e 6 anni si scontrano in slittino

Il personale sanitario e l'elicottero sono entrati in azione anche a Madonna di Campiglio per un 71enne, quindi a San Pellegrino per un bambino di 7 anni

Immagine di repertorio
Pubblicato il - 19 gennaio 2020 - 19:25

TRENTO. Sono stati oltre 60 gli interventi sul piste da sci del Trentino. Tra i più gravi quello che si è verificato a Brentonico, quando due bimbi si sono scontrati.

 

E' successo intorno alle 11 in Polsa, quando i due piccoli si sono scontrati in slittino.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati gli addetti pista, i soccorsi e le forze dell'ordine. 

 

Da Trento è decollato anche l'elicottero. Un bambino di 4 anni è stato elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento, mentre l'altro di sei anni è stato accompagnato al nosocomio di Rovereto. 

 

Fortunatamente non sembrano in pericolo, anche se sono stati portati al pronto soccorso per accertamenti e approfondimenti.

 

Il personale sanitario e l'elicottero sono entrati in azione anche a Madonna di Campiglio per un 71enne, quindi a San Pellegrino per un bambino di 7 anni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 12:06

Il bilancio resta a 296 morti, mentre i contagi salgono a 5.549 casi da inizio epidemia. Ci sono 106 pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri, mentre sono 8 le persone che ricorrono alla terapia intensiva. Sono 25 i cittadini in isolamento nella struttura di Colle Isarco

22 ottobre - 12:45

Alberti è anche l’autore del celebre Cristo Silente, la grande scultura che si trova nelle acqua del Garda a porto San Nicolò. Oltre all’arte, la sua vita è stata dedicata alla famiglia e alla collettività, con l’impegno nel volontariato e in Consiglio comunale

22 ottobre - 12:00

L’etica ambientale e la tutela della natura sono sempre stati per il pastificio trenti no degli obiettivi fondamentali. Il nuovo incarto è di per sé uno storytelling, sul quale viene raccontata la sintesi del prodotto: la montagna, il luogo - le Dolomiti patrimonio dell’Unesco - dove si produce la pasta, la sorgente di acqua purissima e la semola di grano duro 100% italiano 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato