Contenuto sponsorizzato

Pattuglie miste al confine della Val Venosta. La cooperazione italo-svizzera prende avvio per il contrasto dei crimini transfrontalieri

A partire da quest'anno è entrato in vigore un accordo concluso ancora nel 2013 dai governi italiano e svizzero per regolare i controlli al passo Tubre, valico di frontiera tra la Val Venosta e la Svizzera. La cooperazione punta a prevenire e a reprimere le svariate attività criminose transfrontaliere

Pubblicato il - 15 January 2020 - 15:53

BOLZANO. A partire da quest'anno il valico di confine della Val Venosta tra Italia e Svizzera sarà oggetto di controlli congiunti da parte della polizia cantonale elvetica dei Grigioni e del comando legione Trentino-Alto Adige dei carabinieri. A 7 anni dalla conclusione di un accordo sulla cooperazione di polizia e doganale tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica italiana, in questi giorni sono stati avviati i primi contatti.

 

Congiuntamente alle autopattuglie della polizia cantonale, i militari delle stazioni carabinieri di Tubre e Malles Venosta hanno iniziato l'attività di pattugliamento per il controllo delle aree di confine potenzialmente interessate da crimini trasnfrontalieri. Pattuglie miste composte da due carabinieri e due agenti di polizia cantonale con i rispettivi veicoli hanno iniziato a percorrere le strade a cavallo del passo effettuando posti di blocco congiunti.

 

Nel corso del primo servizio sono state fermati e ispezionati dieci veicoli, quindici le persone identificate. L'attività è volta a prevenire ed eventualmente reprimere le condotte criminose più gravi stabilite dall'accordo di cooperazione, tra cui il crimine organizzato transfrontaliero, i delitti contro la persona e il patrimonio, il narcotraffico e il traffico di opere d'arte. Oltre al generale lavoro di salvaguardia dell'ordine e della sicurezza pubblica, la cooperazione tra le due forze di polizia italiana e svizzera mira inoltre a contrastare il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 ottobre - 09:54
La Cgia di Mestre ha elaborato i dati sui lavoratori che non hanno ancora fatto il vaccino contro il Covid-19. La percentuale più alta si registra [...]
Cronaca
23 ottobre - 17:55
L'incendio in un maso a Rio Bianco in Val Sarentino è scoppiato il 10 ottobre, due persone erano finite in ospedale. Ora la decisione di [...]
Cronaca
24 ottobre - 12:53
La presa di posizione dell'Anpi che spiega:  "Molte di queste provocazioni sono attuate da gruppi di chiara matrice neofascista e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato