Contenuto sponsorizzato

Petizione di 7 mila firme contro il Negerhütte: "E' un nome razzista". I gestori: "Neger è riferito al colore del legno"

In realtà il nome è riferito al colore del legno con cui il rifugio è costruito, proprio come indica la versione italiana del nome "Capanna nera". I gestori: "Il nome non è assolutamente collegato ad una popolazione. Ci opponiamo apertamente a qualsiasi forma di razzismo, xenofobia e discriminazione. Ogni ospite, indipendentemente dall'origine, è sempre stato il benvenuto"

Di Lucia Brunello - 26 giugno 2020 - 17:21

CORVARA. Il rifugio altoatesino "Capanna Nera" è finito al centro di numerose polemiche per il suo nome tedesco, "Negerhütte". Sull'onda dei movimenti antirazzisti in tutto il mondo, è partita dalla Germania una petizione online che nel giro tre giorni ha raggiunto l'impressionante cifra di 7.000 firme proprio per far cambiare nome al noto rifugio della Val Badia, o in alternativa per far chiudere la struttura. I suoi promotori hanno rivolto la richiesta direttamente al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

 

"Il nome tedesco deriva dal latino "niger" (nero) e non dal tedesco "Neger" (negro)", è quanto spiegano i gestori del rifugio su Facebook, ricordando la storia ormai quasi centenaria di Capanna Nera. "Gli eventi attuali creano paura, dolore e rabbia in tutto il mondo. Essi portano a mettere in discussione strutture discriminatorie che si trovano in tutti gli ambiti pubblici. Con questo siamo d'accordo, perché porta al cambiamento e alla parità di diritti. Purtroppo, in mancanza di conoscenze migliori, anche la nostra baita di montagna costruita quasi 100 anni fa, chiamata  rifugio "Negerhütte", sta attraversando il fuoco incrociato".

 

"Sperando di offrire una comprensione più chiara, vogliamo spiegare che dietro il suo nome non ci sono motivazioni razziste. Per proteggere dal vento e dal clima il legno con cui era costruita la capanna è stato dipinto nero, a cui deve il nome di origine latina (niger = nero). Il nome non è assolutamente collegato ad una popolazione. Ci opponiamo apertamente a qualsiasi forma di razzismo, xenofobia e discriminazione. Ogni ospite, indipendentemente dall'origine, è sempre stato e benvenuto".

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

27 settembre - 19:55

Continuano a crescere in Alto Adige i casi di strutture scolastiche e per l'infanzia costrette a chiudere per l'insorgenza di contagiati tra gli alunni. Dopo i due nuovi positivi riscontrati in due istituti superiori di Bressanone e la chiusura per 2 settimane del Gandhi di Merano, anche l'asilo Moos di Sesto dovrà chiudere i battenti per la sanificazione. 13 i bambini in isolamento, assieme al personale della materna

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato