Contenuto sponsorizzato

Ragazzo aggredito dall'orso, "Aveva i vestiti strappati e graffi su tutto il corpo'' la testimonianza di chi per primo ha soccorso il 24enne

L'orso, con ogni probabilità M57, si è reso protagonista nella serata di ieri di un attacco ad un uomo ad Andalo, nei pressi del laghetto alle porte del paese, meta delle passeggiate di tanti villeggianti e residenti. Alle quattro di questa mattina è stato catturato. Giacomo Benellini, gestore del campeggio che si trova a 50 metri dal luogo dell'aggressione, ci racconta quei terribili momenti 

Di G.Fin - 23 August 2020 - 16:35

ANDALO. “L'ho fatto sedere su una sedia, aveva i vestiti strappati e graffi sul corpo. L'orso l'aveva graffiato in diverse parti, sulle braccia, la schiena e la testa”. Giacomo Benellini è il gestore del campeggio che si trova ad Andalo a circa 50 metri da dove ieri sera un ragazzo di 24 anni, un carabiniere fuori servizio, è stato aggredito da un orso. E' stato tra i primi a soccorrere il ragazzo e a parlare con l'operatore del numero unico di emergenza per spiegare quello che stava accadendo in quei momenti concitati.

 

E' successo tutto poco prima delle 23. Come ogni sera il gestore stava chiudendo il campeggio dopo la giornata di lavoro e in una stanza era intento a sistemare alcune carte. “Ero seduto alla scrivania e stavo sistemando le ultime cose quando tutto ad un tratto ho sentito delle urla” racconta a ildolomiti.it Giacomo Benellini. Dopo essersi affacciato alla finestra ha visto un gruppo di ragazzi spaventati che gridavano ed ha quindi deciso di scendere in strada. Qualcosa di grave era successo.

 

“Continuavano a gridare 'aiuto, aiuto, è morto' - ci racconta Giacomo – ed ho subito avuto il presentimento che l'orso avesse questa volta fatto qualcosa di grave”. Uscito dalla porta del campeggio si è immediatamente visto venire incontro una ragazza spaventata con in mano il cellulare. “Era davvero tanto sotto shock – ci dice – non riusciva a parlare. Ha allungato la mano e mi ha dato il cellulare dove aveva già composto il 112. In quel momento non avevo ancora capito bene la situazione e mentre era al telefono con l'operatore ho cercato di farmi spiegare dai quattro o cinque ragazzi che avevo vicino”.

 

Sono stati attimi davvero concitati. Ad un certo punto alcune persone accorse sul posto hanno raggiunto il luogo dell'aggressione. “Io ero al telefono e li ho visti tornare indietro con il ragazzo ferito” ci dice il gestore del campeggio “e subito l'ho fatto sedere all'esterno della struttura che avevamo vicino ma poco dopo ho sentito altre grida. L'orso sembrava che si stesse avvicinando a noi e allora a quel punto ho detto a tutti di entrare”.

 

Il 24enne è stato portato all'interno, fatto sedere su una sedia e gli sono state fatte le prime medicazioni in attesa dei sanitari che sono arrivati dopo pochi minuti. Poi è stato trasportato all'ospedale Santa Chiara, non è in pericolo di vita.

 

Nel corso della notte i forestali sono riusciti a rintracciare l'orso e a catturarlo. L'ipotesi, fatta dalla Provincia, è che si tratti di M57, un esemplare di 121 chili e di circa 2 anni e mezzo. La cattura è avvenuta quando l'orso era ancora intento a rovistare nei cassonetti della spazzatura, in free ranging (sparando il narcotico all'orso libero) verso le 4 del mattino, con il supporto del personale veterinario specializzato. E' stato poi trasportato al Casteller.

 

“Qui siamo tutti felici – ci racconta alla fine Giacomo Benellini - che si sia risolta in maniera positiva questa situazione e che l'orso sia stato catturato. Prima di oggi non aveva fatto nessuna aggressione anche se c'era sempre il pensiero che potesse avvicinare troppo. Era stato visto in diversi punti”. Una situazione delicata sottolinea il gestore. “Noi possiamo dire la nostra ma fino a quando Provincia e Governo non si mettono d'accordo si può fare ben poco”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 aprile - 15:55
La Giunta provinciale ha dato il via per il percorso organizzativo, amministrativo e di comunicazione necessario per l'apertura delle scuole [...]
Cronaca
23 aprile - 15:08
Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Levico Termine e di Pergine che grazie all'intervento immediato sono riusciti a contenere le fiamme [...]
Cronaca
23 aprile - 13:30
Da lunedì praticamente tutta Italia tornerà gialla e il Governo ha dato un via libera a moltissime riaperture ma per le regioni non è [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato