Contenuto sponsorizzato

Scomparsa nella notte tra i boschi, ritrovata grazie ai suoi cani. La telecamera termica del drone dei vigili del fuoco li ha notati intorno a lei ed è scattato il salvataggio

La donna scomparsa sopra Mattarello ieri sera era andata nel bosco con i suoi cani quando ha avuto un incidente e si è ferita alla gamba rimanendo bloccata in un luogo impervio. Decisivo l'intervento del drone dall'alto che poi ha dato il via all'operazione di recupero

Di L.P. - 17 aprile 2020 - 15:58

TRENTO. E' stata trovata grazie ai suoi cani che le stavano girando intorno quando è passato il drone e sono apparsi chiaramente sulla telecamera termica. Un salvataggio di quelli da raccontare perché nel suo concludersi positivamente, con il ritrovamento della donna viva, anche se ferita a una gamba, molto spaventata e infreddolita, è stato un esempio di sinergia tra vigili del fuoco permanenti, volontari, personale del soccorso alpino, unità cinofile e tecnologia. 

 

La donna, una 46enne di Mattarello, era uscita con i suoi cani ieri sera addentrandosi nel bosco quando ha avuto un incidente. E' inciampata ferendosi alla gamba e rimanendo bloccata in una piccola valletta sotto l'abitato di Valsorda. La famiglia della donna, visto che non rientrava a casa, si sono allarmati e hanno chiamato il numero unico per l'emergenza 112 e così dalle 3 di notte è partita la ricerca. 

 

Sul posto circa 25 operatori del soccorso alpino stazioni Trento-Monte Bondone e Paganella Avisio, 2 unità cinofile del soccorso alpino e 4 unità cinofile della scuola provinciale cani da ricerca e catastrofe e poi una 50ina di vigili del fuoco della zona (c'erano i corpi di Mattarello, Villazzano, Romagnano e Vigolo Vattaro) e quelli di Trento. I soccorritori hanno perlustrato i boschi risalendo verso l'Altopiano della Vigolana ma della donna non c'era traccia. 

 

In una valletta impervia è stato fatto sorvolare il drone dei vigili del fuoco di Trento che in pochi attimi ha scandagliato una zona molto difficile da raggiungere altrimenti. Con la telecamera termica sono state identificate delle macchie di calore che si muovevano quasi in circolo. A quel punto i tecnici dei vigili del fuoco hanno capito che poteva trattarsi dei cani della signora che si muovevano intorno a lei. Ed infatti è stato proprio così. Accertato che si trattava della donna è scattata l'operazione di recupero.  

 

La signora si trovava nel bosco a una quota di circa 450 metri sotto l'abitato di Valsorda, impossibilitata a proseguire a causa di un trauma alla gamba. A questo punto è stato fatto intervenire l'elicottero che, con il supporto delle squadre di terra, ha recuperato la donna a bordo del velivolo con il verricello e l'ha trasferita all'ospedale Santa Chiara di Trento. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 aprile - 12:39
Nello stato di San Paolo in particolare una buona parte degli ospedali avrebbe esaurito le scorte di sedativi per i pazienti intubati che, secondo [...]
Ambiente
17 aprile - 19:34
Gli attivisti di StopCasteller contro la Giunta Fugatti: “Da mesi la Provincia non diffonde immagini e nasconde deliberatamente aggiornamenti [...]
Cronaca
18 aprile - 09:03
Un'operazione che ha coinvolto 12 province e in tutto sono state sequestrate  5.000 compresse, circa 150 fiale (con altrettante siringhe) e un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato