Contenuto sponsorizzato

Sistema elettrico del camper in tilt e tentano di attaccarsi ad un lampione. Paura per una famiglia con un bimbo piccolo bloccata nella neve

Ad intervenire sono stati gli agenti della Polizia locale della Val di Fassa. Il proprietario del camper ha tentato di ricaricare la batteria attaccando i cavi ad un lampione comunale 

Di GF - 05 December 2020 - 12:19

SORAGA. Sistema elettrico in tilt e bloccati con il camper al freddo in mezzo alla neve. Brutta esperienza per una famiglia spagnola con un bimbo piccolo.

 

L'episodio è successo nelle ultime ore e fortunatamente ha avuto un lieto fine grazie all'intervento degli agenti della polizia locale Val di Fassa diretti dal comandante Gianluca Ruggiero.

 

La famiglia con tanto di bimbo piccolo si stava spostando quando, ad un certo punto, il sistema elettrico è andato completamente in tilt. Alcuni cittadini si sono accorti di un mezzo fermo da ormai diverso tempo e hanno quindi avvisato le forze dell'ordine.

Gli agenti della polizia locale si sono subito portati sul posto ed hanno trovato il camper bloccato dalla neve.

 

Il proprietario, per riuscire a riattivare il sistema elettrico, si era attaccato con dei cavi ad un lampione comunale nel tentativo di ricaricare la batteria.

 

Vista la situazione e la forte nevicata che sta avvenendo in queste ore sull'arco alpino, gli agenti hanno ovviamente aiutato la famiglia accompagnandoli ad un'area camper di Moena dove hanno trovato assistenza.

 

La polizia locale – ha commentato il comandante della Polizia di Fassa, Gianluca Ruggieroè sempre al servizio delle persone soprattutto in questo momento e con queste giornate”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 11:05

L'Apss conferma l'errore: nell'ospedale di Rovereto sono state somministrate 12 dosi di soluzione fisiologica al posto dei vaccini. A dare la notizia eravamo stati noi de ildolomiti.it, senza ricevere alcuna risposta da parte delle autorità sanitarie. "Gli operatori sono stati informati. Non c'è nessun rischio per i soggetti coinvolti"

22 January - 11:36

Cna-Shv, che da diversi mesi è solerte partner del Comune capoluogo per elaborare misure innovative per la consegna delle merci in centro (piattaforma di interscambio e cargo-bike) e nei quartieri (delivery point presso attività commerciali esistenti), insiste sulla necessità di rendere fluida l’attività dei corrieri e dei mezzi aziendali, e la mobilità in generale, ma non certo per agevolare alternative al preziosissimo commercio di vicinato”

22 January - 05:01

Ad alcuni sanitari, invece della prima dose del vaccino, è stata somministrata per errore una semplice soluzione fisiologica. Ora, anziché presentarsi per il richiamo dovranno essere sottoposti a un test sierologico per capire chi ha ricevuto il vaccino e chi no (QUI L’AGGIORNAMENTO E LA CONFERMA DELL’ERRORE DA PARTE DELL’APSS)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato