Contenuto sponsorizzato

Tragedia in montagna, 60enne muore davanti agli occhi della compagna

E' successo a poca distanza dal rifugio Scarpa. A dare l'allarme alcuni escursionisti che hanno sentito delle grida di aiuto

Pubblicato il - 22 novembre 2020 - 15:20

BELLUNO. Tragedia in montagna nella tarda mattina di oggi che ha visto la morte di un uomo di 62 anni.

 

Passate le 11 la Centrale del 118 è stata allertata da alcuni escursionisti che avevano sentito delle grida di aiuto, quando si trovavano un centinaio di metri sotto il Rifugio Scarpa.

 

Immediatamente si sono portati verso la struttura e si sono trovati di fronte un uomo incosciente a terra.

 

E' stato dato l'allarme e i presenti hanno subito iniziato le manovre di rianimazione, sostituiti poi dall'equipe medica dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore sopraggiunto nel frattempo.

 

Per il 62enne, originario di Pederobba, che si trovava con la compagna, non c'è stato nulla da fare. Constatato il decesso, la salma è stata imbarellata e trasportata a Frassenè Agordino per essere affidata al carro funebre.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 novembre - 16:53

Tragico incidente domestico in una casa di Salorno. Un bambino di appena 2 anni è stato travolto da un mobile. I genitori hanno chiamato i soccorsi ma per il piccolo non c'è stato nulla da fare

23 novembre - 16:30

L'uomo è un personaggio fisso di Piazza Dante e nonostante l'intensificarsi dei controlli e la maggiore presenza delle forze dell'ordine ha continuato a fare quello che faceva anche prima e per lui è scattata la seconda denuncia e il Daspo urbano. Intanto la locale ha notato che attività di spaccio si stanno spostando verso il cavalcavia di San Lorenzo e Corso Buonarroti

23 novembre - 15:04

Alla conferenza stampa della giunta comunale il primo cittadino si esprime riguardo alle dimissioni di Zanella da assessore della giunta comunale: "Ci eravamo detti di essere una squadra, di abbandonare le casacche delle forze politiche di provenienza e imparare a condividere i passaggi. Evidentemente non è stato così per tutti. Il prossimo passo? Rilanciare l'attività amministrativa e difendere l'istituzione"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato