Contenuto sponsorizzato

Tragedia in montagna, è morto Silvano De Marco documentarista e grande appassionato di fotografia e fauna alpina

Fotografo naturalista, Silvano De Marco era uscito per un’escursione nella zona di Passo Rolle ma all’imbrunire non è rincasato allarmando amici e parenti. Subito si sono attivate le ricerche e il corpo senza vita dell’uomo è stato individuato e recuperato dai soccorritori

Pubblicato il - 13 November 2020 - 11:38

TESERO. Caprioli, camosci, cervi persino orsi e lupi praticamente tutta la fauna del Trentino era finita nell’obiettivo di Silvano De Marco, grande appassionato di montagna e della natura alla quale dedicava molto del suo tempo libero.

 

Anche ieri, 12 novembre, De Marco era uscito per un’escursione nella zona di Passo Rolle, probabilmente per effettuare alcune riprese, la sera però non è rincasato allarmando i famigliari e amici. Subito si sono attivate le ricerche che hanno impegnato guardia di finanza e soccorso alpino. In mattinata il corpo senza vita dell’uomo è stato individuato.

 

 

Al momento non è chiaro se De Marco sia stato colpito da un malore oppure se sia rimasto vittima di un incidente (QUI AGGIORNAMENTO). I soccorritori purtroppo non hanno potuto fare altro che recuperare la salma.

 

De Marco, 65enne originario di Tesero, era un documentarista nonché grande esperto di fotografia e con la sua videocamera aveva realizzato emozionanti video della fauna alpina, muovendosi sempre con discrezione sul territorio. Le sue foto erano state utilizzate anche in alcuni libri dedicati ai camosci trentini ma anche alla Val di Fiemme e alla fauna del Lagorai.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 January - 05:01

L'ex rettore ha analizzato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss e ha scoperto che nella settimana conclusa lo scorso 10 gennaio, su 1471 "nuovi" contagi segnalati in Trentino, solo 624 si riferivano alla settimana considerata e ben 847 erano casi arretrati segnalati con grande ritardo. In questo modo verificando molto tardi gli antigenici con i molecolari, se risultano negativi spariscono dalle statistiche se risultano positivi non entrano nel conteggio della settimana corrente perché classificati "arretrati"

17 January - 19:26

Sono 332 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 46 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi di cui 3 in ospedale

17 January - 19:26

Mentre ci sono territori che vedono confermata in toto la loro fornitura il Trentino dimezza i suoi numeri. L'assessora: ''La campagna di vaccinazioni anti Covid in Trentino va avanti come previsto, per lo meno nell’immediato''. Domani il richiamo per i primi vaccinati del 27 dicembre

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato