Contenuto sponsorizzato

Tragedia in montagna, scivola su una lastra di ghiaccio e precipita per 400 metri. Perde la vita una donna

La scialpinista stava facendo una escursione una escursione sul Piz Boè, sopra Corvara

 

Foto da internet
Pubblicato il - 13 febbraio 2020 - 15:51

BOLZANO. Tragedia in montagna, una scialpinista austriaca ha perso la vita quest'oggi durante una escursione sul Piz Boè, sopra Corvara.

 

La donna, secondo una prima ricostruzione, era esperta e attrezzata, ad un certo punto, però, in prossimità di una lastra di ghiaccio ha perso l'equilibrio ed è scivolata precipitando per oltre 400 metri.

 

La donna è morta sul colpo. L'allarme è stato lanciato da una guida alpina che si trovava in zona e sul posto si sono portati il soccorso alpino e il personale sanitario che non ha potuto far altro che constatare la morte.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 luglio - 06:01

Non è l'unica iniziativa della Sat che si affida anche alla citizen science per coinvolgere amanti della montagna, simpatizzanti e satini. La richiesta è quella di inviare immagini e segnalazioni di arrossamento nivale. Il presidente del comitato glaciologico della Sat: "Tutti insieme si può contribuire allo studio della salvaguardia dei ghiacciai: la loro tutela è vitale per la montagna"

01 luglio - 19:44

Le associazioni ambientaliste e i comitati di cittadini della zona hanno protestato più volte contro le ferite inferte alla montagna nei lavori per i Mondiali di sci di Cortina 2021. E mentre si attende l'annuncio del probabile rinvio di un anno da parte della Fisi, Mountain Wilderness Italia attacca: "Devastazione pianificata. A rischio l'ambiente e la popolazione"

01 luglio - 19:33

Il sito della Pat dei Grandi Carnivori recita: ''Ieri sera, 30 giugno 2020, verso le ore 23.00, nell'ambito delle attività di cattura dell'orso che si è dimostrato confidente e che gravita tra Sporminore, Spormaggiore e Cavedago, è stata catturata all'interno di quest'ultimo territorio con una trappola a tubo'' e radiocollarata una femmina che però non si crede sia quella ricercata (e che non c'entra con l'aggressione del Peller)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato