Contenuto sponsorizzato

Trento, i senza dimora saranno accolti all'Ostello della gioventù. Il sindaco Ianeselli: ''Siamo una città capace di stare vicina a chi è in difficoltà''

L'ostello a causa della pandemia in queste settimane è vuoto. Per questo, grazie all'accordo con il Comune, nella struttura di via Torre Vanga potranno trovare riparo le persone che non sono riuscite ad avere un posto nei dormitori

Pubblicato il - 24 dicembre 2020 - 13:06

TRENTO. Le porte dell'Ostello della gioventù a partire dal 26 dicembre si apriranno per i senza dimora. Ad annunciarlo su Facebook è stato il sindaco di Trento, Franco Ianeselli.

 

Una decisione importante attraverso la quale si cerca di affrontare, almeno nell'immediato, il problema delle tante persone che in queste notti fredde si trovano in strada.

 

Ieri gli operatori del Punto d'Incontro avevano spiegato come ancora un'ottantina di persone si trovano a vivere all'aperto. L'accoglienza invernale messa in campo quest'anno non è bastata per rispondere alle tante richieste.

 

Ora, chi non ha trovato un posto nei dormitori cittadini, saranno accolti all'ostello, attualmente vuoto a causa della pandemia.

“Era urgente e doveroso – ha spiegato il sindaco Ianeselli - dare un riparo a queste persone fragili, tanto più che nei prossimi giorni è prevista un'abbondante nevicata. Siamo convinti che Trento debba confermare con i fatti, e non solo a parole, di essere una città sociale, capace di accogliere e di stare vicina a chi vive un momento di difficoltà”.

 

Importante il lavoro portato avanti dalla direttrice generale del Comune Livia Ferrario che - insieme alle Politiche sociali con l'assessora Chiara Maule sono riuscite a trovare una soluzione. “Da dopodomani nessuno a Trento dormirà per strada. Pensando alla Natività di oltre 2000 anni fa, possiamo dire che ora anche a Trento è davvero Natale” ha concluso Ianeselli.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 March - 20:14

Ecco il quadro odierno del contagio in Trentino. Due i decessi avvenuti in provincia con Covid: si tratta di un uomo e una donna

03 March - 19:30

Protagonista di un incidente che sarebbe potuto finire in tragedia, già nel pomeriggio di mercoledì 3 marzo "l'uomo con il carrello" è stato visto a Pergine, città che, nonostante le denunce e gli interventi delle autorità, pare "tenere in scacco". Il sindaco Oss Emer: "Abbiamo provato di tutto. Ci deve essere un buco normativo"

03 March - 18:42

Il presidente ha confermato l'intenzione di proseguire con le lezioni in presenza. Ferro ha raccomandato di arieggiare gli spazi chiusi e mantenere le distanze sociali: ''Non ci rendiamo conto di quanto sia stressato il nostro sistema sanitario per questo aumento dei ricoveri che temo per i prossimi 10 giorni non potranno che aumentare''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato