Contenuto sponsorizzato

Un 37enne in manette per associazione a delinquere. Continuano gli arresti contro l'attività di spaccio in Trentino

Un 37enne è stato tratto in arresto nell'ambito dell'operazione "Maestro". Al momento del blitz avvenuto martedì 1 dicembre, con cui i carabinieri di Trento hanno duramente colpito un'organizzazione dedita al traffico e allo spaccio di stupefacenti, era irreperibile

Pubblicato il - 03 December 2020 - 16:00

TRENTO. Nell'ambito dell'operazione “Maestro”, con cui nella giornata dell'1 dicembre i carabinieri di Trento arrestavano ben 23 persone facenti parte di un'organizzazione ramificata sul territorio e dedita allo spaccio e al traffico di stupefacenti, un altro membro è stato tratto in arresto. L'uomo, un 37enne con precedenti specifici e su cui pendeva un mandato di cattura, si stava aggirando sotto la sua abitazione quando è stato avvicinato dai militari del nucleo investigativo.

 

Appostati nelle vicinanza dell'appartamento, gli uomini dell'Arma hanno così messo a segno l'ennesimo colpo ad un'organizzazione che gestiva lo spaccio non solo nella principale piazza, il capoluogo, ma anche in altre zone del Trentino, da Pergine Valsugana a Riva del Garda, passando per Rovereto.

 

Ad ora, sono due i ricercati su cui pende un ordine di cattura. Per questi le ricerche sul territorio continuano. Nel caso del 37enne, invece, l'irreperibilità al momento del blitz aveva impedito di far scattare le manette anche nei suoi confronti. Solo grazie all'appostamento dei carabinieri nelle vicinanze dell'appartamento, situato in via Don Sordo, si è riusciti a raggiungerlo. Dopo la notifica di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Trento, il soggetto è stato tradotto al carcere di Pavia con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 11:05

L'Apss conferma l'errore: nell'ospedale di Rovereto sono state somministrate 12 dosi di soluzione fisiologica al posto dei vaccini. A dare la notizia eravamo stati noi de ildolomiti.it, senza ricevere alcuna risposta da parte delle autorità sanitarie. "Gli operatori sono stati informati. Non c'è nessun rischio per i soggetti coinvolti"

22 January - 13:35

Via libera della Provincia ai test a pagamento per i soggetti asintomatici, e non in quarantena, che non appartengono a categorie a rischio per esposizione lavorativa e nemmeno contatti di caso sospetto, ma vogliano semplicemente sottoporsi a test a pagamento per scelta personale o per attività di screening d’iniziativa privata

22 January - 13:32

La Provincia di Trento ha recepito l'accordo firmato con i sindacati di categoria che permetterà, non appena arrivati i vaccini AstraZeneca, ai medici di medicina generale di vaccinare i propri associati o quelli dei colleghi. Si parte con gli over80

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato