Contenuto sponsorizzato

Bolletta dell'acqua, in Trentino Alto Adige spesa media è di 202 euro e Trento è meno cara di Bolzano. Dispersione al 31%

La fotografia emerge dall’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, a livello nazionale Frosinone balza in testa alla classifica dei capoluoghi di provincia più cari con una spesa media a famiglia di 845 euro, mentre Milano conquista la palma di capoluogo più economico con 156 euro

Foto da internet
Foto da internet
Pubblicato il - 14 giugno 2021 - 16:46

TRENTO. Un aumento di circa il 2%, questa l'aumento avuto nel 2020 nella bolletta dell'acqua delle famiglie trentine. L'importo medio è stato di 202 euro rispetto ad una media nazionale di 448 euro

La fotografia emerge dall’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, realizzato nell'ambito delle "Iniziative a vantaggio dei consumatori", finanziate dal Ministero dello sviluppo economico (Legge 388/2000 – ANNO 2020). 

A livello nazionale Frosinone balza in testa alla classifica dei capoluoghi di provincia più cari con una spesa media a famiglia di 845 euro, mentre Milano conquista la palma di capoluogo più economico con 156 euro. 

 

Gli incrementi più elevati si registrano a Isernia (+27,5%), che nel 2019 era la città più economica, e a Vibo Valentia (+21,5%). Le regioni centrali si contraddistinguono in media per le tariffe idriche più elevate e una spesa media annua a famiglia di 614 euro (+3,2% rispetto al 2019). La regione in cui si rileva la spesa media più bassa è il Molise (181 euro) ma con un aumento dell'11% rispetto all'anno precedente. Al contrario, la regione con la spesa più elevata è la Toscana (710 euro, +3,2%.). 

 

Differenze tariffarie si registrano anche fra i due capoluoghi in Trentino Alto Adige. Si va dai 157 euro di Trento ai 247 euro di Bolzano. Le tariffe sono indicate rispetto ad una famiglia tipo di tre componenti ed un consumo annuo di 192 metri cubi.

 

Con un uso più consapevole e razionale di acqua, che abbiamo quantizzato in 150 metri cubi invece di 192 metri cubi l’anno, una famiglia media avrebbe un risparmio medio di 120 euro circa a livello nazionale e di 39 euro in Trentino Alto Adige. 

 

Dal punto di vista della dispersione idrica i dati che vengono presi in considerazione sono quelli del 2018, gli ultimi disponibili. L'analisi mostra come a livello nazionale va dispersa il 42% dell'acqua immessa, con evidenti differenze fra le aree geografiche e le singole regioni. Per quanto riguarda il Trentino la dispersione è dl 31%.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 7 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 dicembre - 22:54
L'allarme è stato lanciato dai familiari, preoccupati per il mancato rientro a casa. L'auto è stata trovata a Zambana Vecchia, mentre il [...]
Politica
07 dicembre - 21:01
L’assessora Stefania Segnana invia una lettera alle sindache per promuovere una maggiore adesione alla maratona vaccinale, appellandosi al loro [...]
Cronaca
07 dicembre - 18:29
Dopo la segnalazione arrivata al nostro giornale ieri da Pergine, un lettore ci segnala la stessa problematica anche al centro vaccinale di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato