Contenuto sponsorizzato

Chiusura 'Trentino', l'Ordine dei giornalisti a ilDolomiti: ''Cosa potevamo fare? Confuso il nostro ruolo con quello del sindacato''

La chiusa del quotidiano 'Trentino' ha portato in cassa integrazione 19 giornalisti e la scomparsa di una testata che da 75 anni raccontava la realtà del nostro territorio. Per non parlare della situazione in cui si trovano decine di collaboratori e fotografi.  L'Ordine dei Giornalisti risponde ad un nostro intervento

Di Giuseppe Fin - 16 gennaio 2021 - 11:02

TRENTO. Dopo l'articolo pubblicato ieri da ilDolomiti (Il Trentino chiude e il ''sistema'' (oggi) si straccia le vesti e si dice ''sorpreso'' ma (ieri) non ha fatto nulla per difendere quello che era uno dei suoi patrimoni), nella drammaticità del momento con colleghi rimasti senza lavoro, fotografi, giornalisti e collaboratori che all'improvviso si ritrovano a dover reinventare le loro vite, il presidente dell'Ordine dei Giornalisti decide di intervenire così.

 

Un attacco al nostro direttore che avrebbe dovuto "fare i nomi" nel suo pezzo lanciando accuse precise e soprattutto avrebbe dovuto avvertire lui i colleghi del Trentino del pericolo imminente. Insomma diventa quasi colpa nostra perché eravamo meglio informati e non siamo riusciti a trovare conferme da chi immaginavamo potesse essere molto meglio informato di noi. E l'altra colpa sarebbe stata quella di non aver pubblicato una notizia che non aveva trovato conferma.

 

Accettiamo la presa di posizione dell'Ordine e la pubblichiamo integralmente

 

Qui il testo ricevuto

Stimato collega, ho letto con attenzione l’articolo pubblicato dalla testata da te diretta sulla chiusura del quotidiano Trentino. Credo sia opportuno che si chiarisca a quali persone in seno all’Ordine l’autore dell’articolo si è rivolto per sapere di più sul destino del giornale che da domani non sarà più in edicola. Limitarsi alla genericità in questo caso è spiacevole e reca un danno all’istituzione che, in sede regionale, mi onoro di presiedere.
 Aggiungo un quesito: piuttosto che chiedersi dove era o dove è l’Ordine non ritieni opportuno chiederti e illustrare ai tuoi lettori cosa poteva fare l’Ordine? E fornire, eventualmente, ai tuoi lettori  una risposta sulla base delle competenze delegate all’Ordine? Temo che purtroppo tu abbia confuso il ruolo dell’Ordine con quello, preziosissimo, del sindacato e che la tua confusione possa indurre in errore i lettori de Il Dolomiti.
Permettimi di aggiungere un dettaglio: non ho mai apprezzato quelli che hanno l’abitudine di dire “tutti lo sapevano...”. Neanche i nostri colleghi del Trentino lo sapevano e, al pari di quanto accaduto a me, sono stati colti drammaticamente, di sorpresa. Se “Il Dolomiti” sapeva avrebbe dovuto scriverne per avvertire i colleghi e le istituzioni di quanto stava accadendo. Non mi pare sia accaduto e mi chiedo perché.
Rimango a disposizione per eventuali chiarimenti sui limiti del perimetro di azione dell’Ordine, dettati dalla legge.
Cordiali saluti
Mauro Keller
Presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Trentino-Alto Adige

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 5 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 marzo - 05:01

E' il Trentino il territorio che ha registrato in Italia il maggior eccesso di mortalità nel periodo ottobre-dicembre 2020 (+65,4%). Su tutto l'arco dell'anno, invece, la Provincia di Trento è seconda solamente alla Lombardia, con un 29,9% in più rispetto al 36,6% registrato dal vicino lombardo

 

05 marzo - 20:24

Sono 227 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

05 marzo - 19:50

E' emerso un focolaio allo studentato, 8 ragazzi a San Bartolameo sono risultati positivi e sono in corso in particolare le verifiche su un’altra quarantina di persone. Non si esclude che la diffusione di Covid sia riconducibile a una variante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato