Contenuto sponsorizzato

Circondano una macchina con i monopattini e scoppia una rissa, interviene la Polizia e un agente finisce all'ospedale

E' successo ieri pomeriggio, 16 maggio, in centro a Verona: un ventenne ha scatenato il panico aggredendo una coppia e danneggiando la loro auto per poi scagliarsi contro gli agenti intervenuti per bloccarlo

Di Filippo Schwachtje - 17 May 2021 - 18:04

VERONA. L'allarme è scattato ieri, 16 maggio, verso le 17 e 30: secondo la ricostruzione degli agenti un gruppo di giovani in monopattino si è prima scagliato contro una coppia, schiaffeggiando i due e danneggiando la loro auto, per poi aggredire anche gli agenti intervenuti sul posto, uno dei quali è finito al pronto soccorso con una prognosi di 15 giorni

 

Protagonista un ventenne di origini marocchine (con precedenti per furto ed estorsione): insieme a quattro amici a bordo di due monopattini avrebbe aggredito una coppia in macchina nel parcheggio di via Pollone per una mancata precedenza. Dopo aver rischiato la collisione, il gruppo avrebbe infatti bloccato la vettura con i monopattini, iniziando a sferrare calci e pugni contro il suv e rompendo entrambi gli specchietti retrovisori. A quel punto la coppia sarebbe uscita dal veicolo per cercare di calmare la furia dei ragazzi, che avrebbero però risposto schiaffeggiando i due e rompendo i cellulari con i quali le vittime dell'aggressione (marito e moglie) stavano cercando di contattare le forze dell'ordine

 

Risalendo in sella ai monopattini, dopo un ultimo colpo al suv i giovani si sarebbero poi diretti verso piazza Bra, dove sono stati rintracciati dagli uomini e donne delle Nibbio. Alla vista degli agenti, il 20enne ha cercato di scappare fiondandosi a piedi in un vicolo. La fuga non è durata però molto: un poliziotto a bordo di una motocicletta ha infatti rintracciato e fermato il giovane che ha reagito scagliandosi contro l'agente e scaraventandolo contro i tavolini d'un bar, provocandogli un forte trauma alla spalla sinistra con una prognosi di 15 giorni. La furia del 20enne non si è placata nemmeno con l'arrivo di un poliziotto di rinforzo, a cui ha prima sputato e poi morso la mano

 

Con l'arrivo di un'altra pattuglia il giovane è stato finalmente fermato e portato in Questura dove, non contento, ha attaccato ancora una volta gli agenti presenti, facendoli cadere a terra nel tentativo di fuggire. Dopo il processo per direttissima, il giudice questa mattina ha convalidato l'arresto e disposto il divieto di dimora nella provincia di Verona

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 10:27
Sono stati diversi gli episodi di ragazzi  che  hanno trasformato l'entrata della scuola materna Tambosi in un orinatoio. Un'altra notte [...]
Cronaca
23 giugno - 12:27
Il giovane 22enne è rimasto incastrato tra le lamiere del veicolo, e per questo i vigili del fuoco lo hanno dovuto estrarre con le pinze idrauliche
Cronaca
23 giugno - 12:20
I nuovi posti di lavoro rientrano nel piano di reclutamento nazionale, ora McDonald’s cerca dipendenti anche per le strutture trentine: “Nel [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato