Contenuto sponsorizzato

Concerto Vasco Rossi, ruspe in azione, De Col: “Area da 27 ettari, ecco la ‘road map’ dei lavori. In alcuni edifici da abbattere trovato dell’amianto”

Dalla demolizione dei fabbricati esistenti (dove è presente dell’amianto) alla semina del prato fino alla questione della sicurezza, ecco la “road map” dei lavori per la realizzazione della Trentino music arena. De Col: “L’area è di circa 27 ettari e la zona occupata dalle persone sarà meno della metà, attorno ai 12 ettari”

Di Tiziano Grottolo - 19 ottobre 2021 - 17:21

TRENTO. Sono partiti un po’ in sordina ma in questi giorni sono ufficialmente iniziati i lavori per la sistemazione dell’area di San Vincenzo a Mattarello, la stessa che dovrà ospitare il concerto da 120mila spettatori di Vasco Rossi. Mancano poco più di 7 mesi al 20 maggio, anche per questo il presidente Maurizio Fugatti ha deciso di affidarsi all’efficiente macchina della protezione civile. Una scelta che forse farà scontenti i privati che operano nel settore ma maturata anche per via delle tempistiche molto strette e della portata dell’evento. D’altra parte eventi da 120mila presenze non se ne vedono spesso in Trentino. Non ultimo nei giorni scorsi sul portale VivaTicket, dedicato alla vendita dei biglietti per il concerto, è stata pubblicata una mappa dell’area di San Vincenzo suddivisa in “zone” con le relative fasce di prezzo (91,43 euro la Pit1; 73,14 euro la Pit2; 54,86 la Pit3).

 

“È vero – conferma il dirigente della protezione civile Raffaele De Col sono iniziati i lavori di sistemazione dell’area dove sono impegnati anche alcuni mezzi della protezione civile”. La scelta della Provincia pare essere quella, per quanto possibile, di portare avanti i lavori in amministrazione diretta con le proprie risorse. “La protezione civile ha il compito di coordinamento ed è stata scelta in virtù del fatto che si tratta di un evento straordinario. Avremo anche il compito di coordinare la programmazione in termini generali, la sicurezza, la gestione di flussi e deflussi del pubblico e pure il coordinamento con le forze dell’ordine come avvenuto per i recenti Europei di ciclismo”.

 

 

Quelle che si stanno effettuando in questi giorni sono le attività di sistemazione dell’area, in sostanza si tratta di rimuovere tutto ciò che è connesso con la precedente attività di coltivazione. “I fabbricati esistenti saranno demoliti – prosegue De Col – sappiamo già che in alcuni è stata riscontrata la presenza di amianto pertanto le macerie saranno trattate in maniera adeguata”. In un secondo momento sarà anche depositato un vero e proprio progetto che sarà discusso con il Comune di Trento, pertanto l’Amministrazione dovrà pazientare ancora per conoscere i dettagli. Successivamente proseguirà la preparazione dell’area dove l’organizzazione andrà a installare le strutture per palco e backstage.

LE FOTO. I lavori all'area San Vincenzo per il concerto di Vasco Rossi

E le scadenze? L’obiettivo per De Col è quello terminare i lavori per fine aprile: “Fino a quando sarà attivo il Centro vaccinale le attività saranno contenute nel frattempo proseguirà l’iter per le autorizzazioni dei lavori”. Ragionevolmente la seconda fase dei lavori partirà dopo la prima metà di novembre, mentre la prima fase terminerà con la semina a prato dell’area, per dare il tempo all’erba di crescere. Nei 27 ettari di proprietà della Provincia non ci saranno infrastrutture fisse. “Creeremo una grande area verde con un anello di pista in terra battuta dove ci saranno i punti di aggancio per il sistema con la rete delle acque nere e bianche ma anche le alimentazioni per i vari impianti e l’illuminazione, oltre, ovviamente, alle uscite d’emergenza”.

 

 

Questione sicurezza appunto, con il lato ovest chiuso dalla ferrovia e il versante nord stretto da un fossato gli spazi liberi rimangono a sud (dove però dovrebbe essere posizionato il palco) e a est dove la strada (via di San Vincenzo) sarà temporaneamente chiusa e trasformata in pedonale.Bisogna pensare che l’area è di circa 27 ettari e la zona occupata dalle persone sarà meno della metà, attorno ai 12 ettari, di per sé l’area stessa rappresenta un elemento di uscita dopodiché ci saranno accessi verso nord e sud, oltre che attraverso la viabilità esistente”. Il progetto, precisa infine De Col, è molto articolato con la possibilità di confrontarsi con il Comune di Trento per la definizione dei dettagli. Una volta terminato il concerto di Vasco Rossi quella che è stata ribattezzata Trentino music arena rimarrà a disposizione per i grandi eventi dove sarà previsto un grande afflusso di persone.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 gennaio - 12:57
Sul posto si sono portati diversi agenti di polizia in tenuta antisommossa e la Guardia di Finanza. La protesta è iniziata attorno a mezzogiorno, [...]
Cronaca
23 gennaio - 10:07
In Italia il tasso di mortalità fra gli over 12 non vaccinati è di 52,9 decessi ogni 100.000, circa 33 volte più alto rispetto a quello di chi [...]
Cronaca
23 gennaio - 11:13
L’avvertimento della polizia locale: “Sono in corso di identificazione gli autori dei vandalismi ai danni delle luminarie”
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato