Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Alto Adige, si riparte il 7 gennaio con scuola superiore in presenza dal 50 al 75%. Vettorato: "Segnale importante"

Gli assessori Giuliano Vettorato, Daniel Alfreider e Philipp Achammer hanno presentato il piano per il rientro a scuola a partire da giovedì 7 gennaio. In virtù di un rafforzamento dei trasporti, con linee dedicate appositamente alla scuola, anche gli istituti superiori potranno riprendere l'attività in classe, modulata a seconda delle esigenze tra un minimo del 50 e un massimo del 75% in presenza

Di Davide Leveghi - 05 gennaio 2021 - 11:03

BOLZANO. “La riapertura delle scuole è un segnale importante. Lo facciamo in sicurezza”. Conclude così il suo intervento l'assessore all'Istruzione di lingua italiana Giuliano Vettorato. Mentre in queste ore il governo, dopo accese discussioni, si è deciso per la riapertura in presenza delle scuole superiori solamente a partire da lunedì 11 gennaio, la Provincia di Bolzano procede sul binario annunciato, aprendo i battenti in virtù di una riorganizzazione sia del comparto scolastico che di quello dei trasporti.

 

Non ci sarà differenza, dunque, tra tutte le scuole di ogni ordine e grado, se non la modulazione dell'attività in presenza alle superiori dal 50% al 75%. “La scuola riaprirà per volontà mia e degli assessori all'Istruzione di lingua tedesca Philipp Achammer e di lingua ladina Daniel Alfreider. Giovedì 7 e venerdì 8 gennaio gli studenti andranno a scuola con un orario provvisorio, che da lunedì 11 diverrà definitivo”, ha detto Vettorato.

 

“La riapertura delle scuole superiori in presenza interesserà per quanto riguarda le strutture di lingua italiana 518 classi e 8419 studenti – ha spiegato  – studenti e studentesse del secondo ciclo avranno un limite del 75% di attività in presenza, modulato diversamente tra un minimo di 50 e un massimo del 75% da parte dei singoli istituti a seconda delle proprie esigenze. Vogliamo garantire le attività di laboratorio e la socializzazione, che manca da ottobre ormai. Il lavoro svolto e che svolgeremo è fatto in sinergia con la ripartizione mobilità”.

 

Oltre alla sinergia con la Mobilità, su cui si tornerà a breve, Vettorato ha parlato anche di quella con l'assessore alla Salute Thomas Widmann. “Abbiamo ampliato il progetto di educazione alla salute e daremo agli studenti istruzioni su come comportarsi all'esterno e sui mezzi di trasporto. C'è sinergia con l'Azienda sanitaria, per la ricerca del virus e il monitoraggio, che ogni mese farà sottoporre 900 insegnanti e 300 studenti maggiorenni al test antigenico una volta per 4 settimane. L'obiettivo è di coinvolgere tutte le scuole di ogni ordine e grado. Decidiamo passo per passo”.

 

E' toccato all'assessore Daniel Alfreider il compito di illustrare le novità sul piano dei trasporti. “Con l'app di Alto Adige mobilità ci sarà la possibilità di avere informazioni in tempo reale sulle corse direttamente dal cellulare. Quando vicino al numero del bus si vedrà una 'S', quello significa che sono corse dedicate al comparto scolastico. Noi comunque chiediamo responsabilità e organizzazione, per evitare di accalcarsi sulla prima corsa disponibile. Lavoriamo in maniera coordinata con le forze dell'ordine, le direzioni scolastiche e il commissariato del governo per garantire un rientro in classe sicuro”.

 

Di fronte alle titubanze del governo – sciolte solamente nella serata di lunedì 4 gennaio con la decisione di rinviare la riapertura delle superiori a lunedì 11 gennaio – diversi erano stati i governatori a scegliere il rinvio a tempi migliori. Vista la difficile situazione epidemiologica, i presidenti delle regioni Veneto Luca Zaia e del Friuli-Venezia Giulia Massimiliano Fedriga hanno deciso di procrastinare il rientro all'1 febbraio. La giunta trentina, da parte sua, ha invece confermato la riapertura delle scuole superiori al 50% in presenza già a partire da giovedì 7 gennaio (QUI l'articolo). 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 19:26

Sono 332 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 46 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi di cui 3 in ospedale

17 gennaio - 19:26

Mentre ci sono territori che vedono confermata in toto la loro fornitura il Trentino dimezza i suoi numeri. L'assessora: ''La campagna di vaccinazioni anti Covid in Trentino va avanti come previsto, per lo meno nell’immediato''. Domani il richiamo per i primi vaccinati del 27 dicembre

17 gennaio - 21:08

I sindacati intervengono dopo che la Provincia a trazione leghista è uscita nuovamente sconfitta in tribunale per quanto riguarda il criterio di almeno 10 anni di residenza per accedere alle case Itea. Grosselli, Bezzi e Alotti: "Solo una Giunta come quella trentina poteva concepire una misura così indegna. La Pat disapplichi la norma o dovranno pagare la sanzione di tasca propria"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato