Contenuto sponsorizzato

FOTO. Trento, ''Urla, nessuna mascherina e la puzza di urina è insopportabile''. Residenti esasperati dalla movida: ''Si faccia qualcosa''

Alle 22.30 ancora in molti per strada a bere e urlare, numerosi angoli delle vie sono stati trasformati in orinatoi a cielo aperto, le proteste dei residenti: ''La puzza è insopportabile, qualcuno faccia qualcosa'' 

Pubblicato il - 09 May 2021 - 08:21

TRENTO. Urla fino a tarda sera ma anche e soprattutto angoli che diventano orinatoi e bicchieri e lattine lasciati per strada. E' la cosiddetta “movida” che negli ultimi giorni è tornata a creare diversi problemi. “Così non si può andare avanti, fanno diventare il nostro centro storico sporco e puzzolente” spiegano i rappresentanti del Comitato antidegrado di Trento riferendosi agli assembramenti di giovani che si sono visti nell'ultima settimana in una parte della città.

Basta guardare le foto per capire la situazione. La zona è sempre la stessa, quella che già in passato ha fatto nascere polemiche. Siamo a poca distanza dal liceo Bomporti, tra il vicolo S. Maria Maddalena, vicolo San Marco. Nei giorni scorsi sono intervenute anche le forze dell'ordine e purtroppo la serata è terminata con insulti e spintoni.

Le foto mandate dai cittadini sono tante. Alle 22 i locali sono chiusi ma l'assembramento continua ad esserci. A poco servono le regole e le deroghe sul rientro a casa arrivate dalla Provincia, in questo caso, non aiutano.

 

I giovani, però, rimangono in gruppo a chiacchierare, chi con un bicchiere in mano di plastica e in tanti con la mascherina abbassata. Difficile dire che le regole anti-covid vengano rispettate.

“Ci sono delle misure che devono essere rispettate – ci dicono alcuni cittadini che vivono in centro storico – e qui ogni sera non viene fatto. Poi basta passare vicino alcuni angoli delle vie per sentire una puzza di urina insopportabile”.

A tarda notte quando ormai tutti sono tornati a casa quello che rimane non è certo un bel vedere. Scatoloni con bottiglie vuote di birra, bicchieri di plastica, vetri e lattine di birra abbandonate su tutta la zona.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
02 dicembre - 20:39
Dopo le rivelazioni del sindaco Finato si allungano le ombre sul progetto per il Nuovo ospedale di Cavalese. Ora Cia chiede conto del ruolo avuto [...]
Cronaca
02 dicembre - 15:54
Il Centro in via Dogana 1 ha iniziato ad accogliere le vittime di violenza dai primi anni 2000, partendo da 92 arrivando a 335 nel 2021. [...]
Cronaca
02 dicembre - 19:23
Raffaele Sollecito fu condannato in primo grado nel 2009 e poi definitivamente assolto insieme ad Amanda Knox,  per la morte di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato