Contenuto sponsorizzato

Medicinali “sperimentali” contro il Covid in vendita online, i Nas oscurano 30 siti internet

Antinfiammatori, antibiotici, antimalarici e pure antivirali sul mercato online erano venduti diversi farmaci usati in via sperimentale contro il Covid-19 ma proprio per questo soggetti a rigide regolamentazioni e pericolosi se auto-prescritti. I Nas oscurano 30 siti internet

Foto d'archivio
Pubblicato il - 07 dicembre 2021 - 11:01

TRENTO. Continua, di concerto con il Ministero della Salute, l’attività dei Nas per contrastare il traffico di medicinali. Il mercato virtuale come emerso in precedenti controlli, è diventato un’importante fonte di commercio e approvvigionamento di farmaci, molto spesso non autorizzati e spacciati per soluzioni miracolose contro diverse malattie. L’ultima operazione ha portato i militari a oscurare 30 siti collocati su server esteri e con riferimenti di gestori non individuabili, sui quali venivano promosse e offerte, anche in lingua italiana, varie tipologie di medicinali correlate anche all’emergenza pandemica da Covid-19.

 

Molti farmaci avrebbero dovuto essere venduti solo con la prescrizione e in farmacia, ciononostante potevano essere acquistati online. I Nas hanno individuato medicinali contenenti principi attivi soggetti a particolari restrizioni d’uso e specifiche indicazioni d’impiego clinico o sperimentale in relazione all’infezione da Sars-Cov-2.

 

Fra questi anche l’ivermectina, per la quale l’Ema, nel marzo 2021, ha emanato una nota con cui raccomanda di non utilizzare il principio attivo per la prevenzione o il trattamento di Covid-19 al di fuori degli studi clinici. Inoltre in vendita c’era pure l’antibiotico azitromicina, rispetto al quale l’Aifa ha fornito ai clinici elementi utili a orientare la prescrizione e a definire un rapporto fra i benefici e i rischi sul singolo paziente. Online era possibile reperire pure l’antinfiammatorio colchicina, utilizzato per alleviare il dolore da attacchi acuti di gotta, per il quale sempre l’Aifa, nell’aprile 2020, ha autorizzato uno studio per la sola sperimentazione clinica nel trattamento del Covid-19. Infine non mancavano gli antivirali lopinavir/ritonavir e dell’antimalarico idrossiclorochina, in merito ai quali esistono puntuali restrizioni e raccomandazioni.

 

Tra i medicinali presentati sui siti oscurati anche l’indometacina, antinfiammatorio non steroideo impiegato nel trattamento delle malattie articolari degenerative, e ranitidina, utilizzata per la cura dell’ulcera gastrica o del reflusso gastroesofageo. Con quelli odierni, salgono a 313 i provvedimenti sinora eseguiti nel 2021 dai Nas (274 dei quali correlati all’emergenza Covid-19).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 gennaio - 20:14
Trovati 1.767 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Sono 148 i pazienti in ospedale. Sono 144 le classi scolastiche in isolamento
Cronaca
16 gennaio - 18:54
Complicata l'operazione di recupero del rottame, i vigili del fuoco e i tecnici valutano come intervenire nelle prossime ore. Il conducente [...]
Cronaca
16 gennaio - 17:01
Il pilota ed ex ambasciatore di Trentino Marketing ha spiegato che quando ha detto la frase ''ho preso il Covid apposta per poter essere in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato