Contenuto sponsorizzato

Piano urbano della mobilità sostenibile: via ai questionari sulle abitudini dei cittadini

A partire da oggi, sul sito del Comune è possibile compilare un questionario sulle abitudini in fatto di trasporto. Da metà maggio gli addetti di Sintagma intervisteranno i cittadini nei punti d’ingresso alla città e alle fermate del bus. Ecco una prima fase d’indagine del nuovo piano urbano della sostenibilità.

Di Francesca Faccini - 10 maggio 2021 - 16:58

TRENTO. Quello dei trasporti e delle opere legate al traffico è un argomento di scottante attualità a Trento, dove sono in progetto massicci interventi legati alla mobilità cittadina. All’interno di questo scenario, da oggi, lunedì 10 maggio 2021, sul sito del Comune è presente un questionario che indaga le abitudini dei cittadini di Trento in tema di mobilità prima e durante il Covid. Il sondaggio, pensato sia per i residenti sia per i pendolari, rappresenta un lavoro preliminare alla redazione del nuovo Piano urbano della mobilità sostenibile, che mira a rivedere e riprogettare tutte le forme di accessibilità al territorio: quelle pubbliche, quelle private, quelle riguardanti le persone, quelle riguardanti le merci.

 

L’Amministrazione comunale ha affidato l’incarico di redigere il Pums a Sintagma, una società d’ingegneria di Perugia, interessata a questioni di mobilità in molte città italiane ed europee. È proprio Sintagma, per esempio, l’azienda che nel 2003 ha condotto lo studio di fattibilità per la riqualificazione e velocizzazione della linea Firenze-Pistoia-Lucca-Pisa-Viareggio, che è stata impegnata nei lavori di alcune sezioni della problematica metro C di Roma, che nel 2014 si è occupata del progetto “TRIA” (trasporti integrati alpini) per i collegamenti tra Francia (Savoia-Maurienne-Brianconnais) e Italia (alta e bassa Val di Susa) e che dal 2015 è interessata ai lavori dell’interminabile e chiacchierata autostrada Salerno-Reggio Calabria.

 

La prima fase del Pums prevede un’indagine approfondita sui flussi di traffico e sulle abitudini dei cittadini. Per questo motivo, oltre al già citato questionario, da metà maggio gli addetti di Sintagma intervisteranno i cittadini nei punti d’ingresso alla città, alle fermate del trasporto pubblico, in alcune strade con l’ausilio della polizia locale e alle stazioni ferroviarie.

 

Nei prossimi mesi, Sintagma dovrà elaborare il Biciplan, il piano delle piste ciclabili che deve essere pronto entro la fine del 2021, e il Masterplan, un documento di studio e di supporto al Piano che approfondisce tematiche particolari. Biciplan e Masterplan sono parti integranti del Pums, che dovrà essere concluso entro la prima metà del 2022.

 

Il Comune dichiara che, “il Pums deve elaborare una visione strategica di lungo periodo che consenta all’Amministrazione comunale di immaginare e mettere in pratica le soluzioni adeguate per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Gli scenari di progetto elaborati dal Pums daranno indicazioni specifiche riguardo sia gli interventi strutturali e tecnologici sia le misure organizzative e gestionali”. Tra gli interventi strutturali può esserci, tra gli altri, la circonvallazione ferroviaria che avrebbe conseguenze impattanti in particolare per l’area di Trento nord e San Martino.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
12 giugno - 19:36
Trovati 12 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 45 guarigioni. Sono 281 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
12 giugno - 18:36
Sono state utilizzate diverse unità cinofile e anche l'impegno di personale con i gommoni. La 31enne non ha più dato notizie dal 4 marzo scorso, [...]
Cronaca
12 giugno - 20:12
L'incidente è avvenuto sul territorio comunale di Molveno. Il 56enne ha riportato diverse ferite e contusioni. Sul posto sanitari e vigili del [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato