Contenuto sponsorizzato

Storia del cane Wilson, unico sopravvissuto dei cuccioli uccisi a martellate a Malosco: oggi vive con la sua nuova famiglia a San Michele all'Adige

Oggi, a quasi 9 mesi dai drammatici momenti che hanno seguito la sua nascita, il 'sopravvissuto' è un cucciolone in perfetta salute, che pesa poco meno di 40 chilogrammi e vive felice insieme alla sua nuova famiglia a San Michele all'Adige

Di Filippo Schwachtje - 16 May 2021 - 20:07

SAN MICHELE ALL'ADIGE. Erano cinque in tutto i cuccioli di cane appena nati ritrovati da alcuni passanti, a Ferragosto dell'anno scorso, sul ciglio di una strada nelle vicinanze di Malosco, piccola frazione del Comune di Borgo d'Anaunia: i piccoli erano stati presi selvaggiamente a martellate e poi rinchiusi in un sacco di plastica nera. Nonostante il trasporto d'emergenza ad una clinica veterinaria, per due di loro non si è potuto che constatare la morte in seguito alle botte ricevute, altri due erano in condizioni talmente gravi da non riuscire a superare la notte.

 

Uno solo il sopravvissuto, il più fortunato che, forse nascosto dagli altri, è stato in qualche modo protetto ricevendo solo due colpi: uno sopra lo zigomo destro ed uno alla spalla. Oggi, a quasi 9 mesi dalla sua nascita quel cucciolo si chiama Wilson, pesa poco meno di 40 chilogrammi e vive felice insieme alla sua nuova famiglia a San Michele all'Adige.


"Quando è arrivato a casa avrà avuto sì e no quindici ore di vita, richiedeva un'attenzione costante giorno e notte". A parlare è Alessandro Ziglio, proprietario di Wilson.

 

"Un giorno la mia compagna Lara m'ha detto che ci sarebbe stato un ospite a cena - racconta Ziglio - pensavo si trattasse d'un collega di lavoro o d'un amico, non certo d'un cucciolo di cane di poche ore". Ancora così giovane, Wilson (chiamato così in onore di un altro 'sopravvissuto', il pallone da pallavolo 'amico' di Tom Hanks nel film Cast Away) non poteva vivere da solo e necessitava di cureattenzioni costanti. "La mia compagna - continua - ha così deciso di portare il cucciolo a casa perché le sue esigenze erano incompatibili con gli orari della clinica: per i primi cinque giorni doveva essere nutrito ogni ora, anche la notte, poi dal quinto al decimo giorno di vita ogni due ore e così via per diverse settimane".


A causa dei colpi ricevuti Wilson, un incrocio tra un Grigione (un pastore tedesco da lavoro) ed un'altra specie non identificata, ha purtroppo perso la vista dall'occhio destro, ma oltre a due padroni premurosi, nella sua nuova casa il cucciolo 'sopravvissuto' ha trovato anche una mamma a quattro zampe. La coppia aveva già una Dalmata, Viola. "E non appena ha visto un cucciolo entrare in casa - dice Ziglioil suo istinto materno ha preso il sopravvento. Ha praticamente adottato Wilson, badando a lui in tutti i modi ed educandolo come avrebbe fatto se fosse stato effettivamente suo".


Poco prima di compiere due mesi però, per Wilson sono arrivati i primi problemi. "Ad un certo punto sembrava che Wilson dovesse essere messo all'asta dopo il procedimento penale a carico dell'uomo che lo aveva aggredito - racconta Ziglio - anche se lui ormai si era affezionato e noi eravamo assolutamente intenzionati a tenerlo". Per questo tra parenti e amici è partita una gara di solidarietà per aggiudicarsi il cucciolo

 

Poi però, a pochi giorni dalla gara, la Lav-Lega anti-vivisezione si è interessata a questo caso ed è intervenuta riuscendo a bloccare la procedura. "Dobbiamo ringraziare il referente di Lav Trentino Simone Stefani - sottolinea Ziglio - che con i suoi sforzi ci ha aiutato per i numerosi controlli e per le procedure per sbloccare l'affidamento diretto".


Dopo un periodo difficile, sembra quindi che per il cucciolo 'sopravvissuto' sia arrivato un lieto fine. "Ora Wilson - conclude Ziglio - è sano, mangia, gioca e vive con una famiglia che lo ama".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 10:27
Sono stati diversi gli episodi di ragazzi  che  hanno trasformato l'entrata della scuola materna Tambosi in un orinatoio. Un'altra notte [...]
Cronaca
23 giugno - 12:27
Il giovane 22enne è rimasto incastrato tra le lamiere del veicolo, e per questo i vigili del fuoco lo hanno dovuto estrarre con le pinze idrauliche
Cronaca
23 giugno - 12:20
I nuovi posti di lavoro rientrano nel piano di reclutamento nazionale, ora McDonald’s cerca dipendenti anche per le strutture trentine: “Nel [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato