Contenuto sponsorizzato

Tragedia sul Garda, disposte le autopsie, la 25enne trovata con le gambe tranciate a 100 metri sott'acqua. Enorme cordoglio per la morte dei due giovani

I due turisti tedeschi di 52 anni a bordo del motoscafo sono accusati di duplice omicidio colposo e omissioni di soccorso. Attualmente non possono rientrare in Germania e si attendono anche gli esiti dell'alcol test a cui sono stati sottoposti nelle scorse ore

Pubblicato il - 21 June 2021 - 17:20

SALO' (Brescia). La Procura di Brescia ha disposto l’autopsia sui corpi di Umberto Garzarella e Greta Nedrotti, le vittime dell'incidente nautico sul lago di Garda. I due turisti tedeschi di 52 anni a bordo del motoscafo sono accusati di duplice omicidio colposo e omissioni di soccorso. Attualmente non possono rientrare in Germania e si attendono anche gli esiti dell'alcol test a cui sono stati sottoposti.

 

E' enorme il cordoglio per la scomparsa del 37enne di Salò, ritrovato ormai senza vita sulla piccola imbarcazione, e della 25enne di Toscolano Maderno, localizzata a un centinaio di metri di profondità davanti al posto di Portese e recuperata tramite il rov e l'associazione volontari del Garda. La giovane è stata riportata a riva con le gambe compromesse dal tremendo impatto con motoscafo.

 

Il 37enne Garzarella era molto noto in zona per la sua attività imprenditoriale di rivendita e assistenza caldaie. Un giovane sportivo con un passato anche di calciatore nelle giovanili del Benaco Salò. Conosciuta anche Nedrotti, la quale aveva frequentato l'università di Brescia e attualmente lavorava come parrucchiera. Il padre lavora alla cartiera mentre la madre è titolare di una profumeria a Gargnano.

Gli inquirenti cercano inoltre di ricostruire le ultime ore delle vittime. Il 37enne aveva trascorso il pomeriggio di sabato in compagnia degli amici a bordo del natante per ammirare il passaggio delle auto storiche della Mille Miglia. Dopo la serata in un bar del lungolago era salpato in compagnia dell'amica per un ultimo giro in barca.

 

Le ricostruzioni ipotizzano che la collisione sia avvenuta intorno alle 23.30 di sabato 19 giugno, mentre l'imbarcazione alla deriva è stata trovata alle 5 di domenica. A bordo il corpo del 37enne e alcuni indumenti femminili, da lì l'allarme e l'intervento delle forze dell'ordine: la ragazza è stata intercettata a largo di Portese, probabilmente sbalzata dalla barca, che non è affondata ma è rimasta a galla seppur danneggiata a prua. Un'altra ipotesi è che siano stati colpiti con il motoscafo arrivato a grande velocità e planato sopra una barca in legno. Gli accertamenti sono ancora in corso (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
20 settembre - 20:39
Tra i resti dello scheletro del soldato austro-ungarico sono stati rinvenuti un proiettile di fucile e un bottone di una divisa spezzato da un [...]
Cronaca
20 settembre - 19:58
Trovati 9 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 20 guarigioni. Sono 20 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Cronaca
20 settembre - 18:17
Il Disegno di legge sul mobbing e lo straining di cui la senatrice Donatella Conzatti è prima firmataria prevede una definizione ampia ed [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato