Contenuto sponsorizzato

Il mistero del cadavere trovato nel bosco: su un quaderno il conteggio dei giorni si ferma a dicembre 2021

Il cadavere è stato rinvenuto nei pressi di un riparo di fortuna, costruito con alcuni materiali recuperati nel bosco e un telo dello stesso tipo che viene utilizzato per coprire la legna tagliata

Foto d'archivio
Di Tiziano Grottolo - 04 May 2022 - 08:33

CASTELLO-MOLINA DI FIEMME. Il ritrovamento del cadavere risale alla tarda serata del 2 maggio, quando, intorno alle 20, un ragazzo che stava passeggiando con il proprio cane in prossimità del rio Cadino ha rinvenuto il corpo senza vita (QUI AGGIORNAMENTO).

 

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Cavalese che stanno portando avanti le indagini sotto la direzione del comando provinciale. Secondo quanto emerso finora, il corpo della persona deceduta è stato trovato in avanzato stato di decomposizione, circostanza che non facilita le indagini. Proprio per questo sarà eseguita l’autopsia per cercare di risalire all’identità.

 

Il cadavere è stato rinvenuto nei pressi di un riparo di fortuna, costruito con alcuni materiali recuperati nel bosco e un telo dello stesso tipo che viene utilizzato per coprire la legna tagliata. L’accesso alla località Presepio, nel territorio comunale di Castello-Molina di Fiemme, è reso difficoltoso dagli alberi schiantati dalla tempesta Vaia.

 

Secondo le ultime informazioni non risultano esserci state denunce di scomparsa in zona negli ultimi mesi. Dalle prime rilevazioni invece, si tratta di un uomo di alta statura. Non sono stati trovati documenti o altri elementi che potessero consentire l'identificazione del corpo.

 

Come spiegato dal sindaco all’interno del rifugio è stato rinvenuto un quaderno con alcune scritte in italiano e anche uno zaino. Su un foglio di carta era tenuto il conteggio dei giorni che, partendo da luglio, si ferma al dicembre 2021, da qui l’ipotesi che il decesso possa essere avvenuto proprio in quel periodo, poco prima di Natale.

 

La persona indossava abbigliamento tecnico, una giacca pesante, scarponi e pantaloni, inoltre sono stati rinvenuti anche una torcia, un sacco a pelo, pile, bottiglie d’acqua, uno spazzolino, dentifricio e filo interdentale. Tutto ciò fa supporre che non si tratti di un senza dimora ma di un viaggiatore solitario.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
25 giugno - 17:35
Il presidente Fugatti ha detto che ''il ministro qui in Val di Non è venuto a visitare le strutture e a conoscere da vicino i progetti che le [...]
Cronaca
25 giugno - 15:46
Il bambino avrebbe ingerito qualcosa che gli sarebbe poi andato di traverso, per questo rischiava di morire soffocato: rianimato da un carabiniere [...]
Cronaca
25 giugno - 16:59
L'incidente è avvenuto nella zona industriale di Spini di Gardolo. Scontro tra due auto, tre feriti accompagnati al pronto soccorso di Trento
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato