Contenuto sponsorizzato

“Il percorso intrapreso è vincente”. Cresce il turismo in Vallagarina tra outdoor, cultura ed enogastronomia: approvato all'unanimità il bilancio dell'Apt

L'assemblea dell'Azienda per il turismo Rovereto Vallagarina e Monte Baldo si è tenuta il 23 giugno alle Distillerie Marzadro di Nogaredo: dopo l'approvazione all'unanimità del bilancio, che vede un utile superiore ai 15 mila euro destinato a riserva, l'incontro è stata l'occasione per fare il punto sull'anno trascorso e guardare agli obiettivi futuri

Di F.S. - 24 June 2022 - 19:01

ROVERETO. “Stiamo raccogliendo grandi riconoscimenti non solo in Vallagarina, ma in tutto il Trentino che confermano che il percorso che con voi abbiamo intrapreso negli anni è vincente”. Sono queste le parole del presidente dell'Apt Rovereto, Vallagarina e Monte Baldo Giulio Prosser durante l'assemblea annuale di approvazione per il bilancio 2021 dell'Azienda per il turismo. Ed a confermarlo sono i numeri presentati durante l'incontro, che si è svolto il 23 giugno alle Distillerie Marzadro di Nogaredo: insieme alla direttrice Silvia Passerini infatti, Prosser ha reso noto che nel complesso delle strutture lo scorso anno si sono registrati valori in crescita del 27,4% per gli arrivi e del 27,1% delle presenze sul territorio.

 

Inquadrando i risultati in un contesto più significativo, nel confronto quindi con il 2019 più che con il 2020, nonostante valori in contrazioni per ragioni legate alle restrizioni dovute alla pandemia, vengono segnalati comunque dei picchi interessanti, come quello relativo alle presenze sul mese di agosto, che segna un +4,2% rispetto al 2019. Un dato di sicuro interesse è poi quello relativo all'aumento della permanenza media, che passa dalle 2,5 notti del 2019 alle 3,6 notti del 2021 per persona, con punte di 3,8 notti per il mercato italiano. Aumento che si converte necessariamente in maggiori ricadute sul territorio. Dopo le formalità di rito, con l'approvazione all'unanimità del bilancio, che vede un utile superiore ai 15mila euro destinato a riserva, l'assemblea è stata quindi un momento significativo per fare il punto sull'anno trascorso e guardare agli obiettivi futuri.

 

Il bacino di turisti e visitatori, è stato detto nel corso dell'incontro, si riconferma essere per lo più italiano, come in periodo pre-covid (79% sul totale per il 2021). Il mercato estero ha forzatamente subito una flessione a livello complessivo in tutta Italia e in tutto il Trentino. Parlando poi della qualità delle vacanze vissute dai turisti arrivati in Vallagarina, l'84% degli ospiti del territorio ha sottolineato che consiglierebbe ad amici e parenti una vacanza in Trentino. “Mi preme sottolineare – ha detto Prosser – quanto sia stato fatto in termini di ottimizzazione dei costi fissi e di struttura nel corso degli ultimi sei anni”.

 

Per portare a massimizzare le risorse da investire in progetti e promozione del territorio, ha detto infatti il presidente dell'Apt: “Le risorse investite in attività di marketing vedono un costante aumento a partire dal 2016 (più di 1 milione e 200 mila euro le risorse investite nel 2021), mentre le spese generali hanno registrato una costante diminuzione fino a raggiungere il -37% dal 2015”. Per quanto riguarda poi il sito visitrovereto.it, le metriche principali hanno registrato un aumento: il numero di utenti unici che hanno visitato il sito è cresciuto del 36% nel 2021 rispetto al 2020 ed è aumentato del 6% anche rispetto al periodo pre-Covid. Nel 2021 le visualizzazioni di pagina si sono attestate a quasi 1 milione e 127 mila contro le 795mila del 2020 e a fronte di un totale di 1 milione e 46mila nel 2019. I due social media più utilizzati sono Facebook e Instagram, con il primo a segnare un +16,5% di follower rispetto all'anno precedente (oltre 18mila like) ed il secondo cresciuto dal punto di vista dei follower del 46,5% (5265 follower).

 

Nel corso dell'assemblea si sono poi ripercorsi alcuni dei grandi progetti portati a termine sul territorio ed incentrati sulle tre direttrici di sviluppo dell'outdoor, della culture e dell'enogastronomia. “Partendo dal prodotto cultura – ha detto Prosser – parliamo di uno degli asset prioritari del territorio e sicuramente di uno dei prodotti più 'maturi' per quanto riguarda il nostro ambito. Abbiamo lavorato con l'obiettivo di mettere in sinergia lo strutturato prodotto museale con le attrattive e specificità del territorio, soprattutto in termini di offerta turistica ed esperienziale. Citiamo i progetti più rilevanti, tra cui “Arte storia scienza” e il coordinamento dell'evento “Notte Blu". Le grandi mostre del Mart sono state promosse soprattutto 'vestendo' la città, integrando l'importante campagna di comunicazione nazionale messa in campo da Trentino Marketing”. Per quanto riguarda l'enogastronomia invece, il comparto vede, rispetto al prodotto cultura, un livello di maturità 'medio': “Nell'anno 2021 – ha detto Prosser - si è lavorato quindi sull'innalzamento della qualità degli operatori proponendo Enoturlab, un progetto di formazione e affiancamento portato avanti con TSM -Trentino School of Management e Trentino Marketing per favorire la coesione fra aziende e comunità del territorio (progetti sistemici), per definire dei criteri minimi e condivisi di qualità per l'accoglienza dei turisti e per dare supporto nello sviluppo di una proposta enoturistica esperienziale e identitaria”.

 

Nell'ambito outdoor invece, è stato sottolineato in particolare l'importante lavoro di coordinamento e mappatura di percorsi bike e trekking negli spettacolari scenari del Parco del Baldo, delle Valli del Leno e della Val di Gresta. Rilevante anche il lavoro di coordinamento del tavolo di Brentonico con il vice-presidente Alberto Girardelli, tavolo di lavoro che mette in rete operatori privati del ricettivo, del commercio e della ristorazione, Apt ed ente pubblico, per lo sviluppo della proposta turistico-territoriale del Parco del Baldo. “Si è lavorato – ha aggiunto il presidente dell'Azienda per il turismo – in sinergia con gli stakeholder territoriali, dalle reti museali, alla Strada del vino del Trentino, agli interlocutori legati al prodotto sport e outdoor, alle ideazioni di nuove iniziative, lavorando per progetti su molteplici tavoli di lavoro sia strategici sia tecnico-operativi”.

 

Parlando di numeri, l'attività del commerciale ha gestito 1.224 pratiche tra pacchetti, booking strutture ricettive ed esperienze corrispondenti a 4.014 ospiti, per un totale fatturato generato di 153.396 euro. Parlando dell'anno trascorso, è stato sottolineato durante l'assemblea, non si può poi non citare il grande evento, il Giro d'Italia, che ha interessato la Vallagarina con ben 2 tappe. Il giro, che si è tenuto il 26 e 27 maggio 2021 con arrivo alla Sega di Ala e partenza da Rovereto, ha attraversato, soprattutto nella sua tappa di arrivo, quasi la totalità del territorio lagarino. Un'importante vetrina per il territorio: 10,4 milioni di spettatori coinvolti nell'evento, 806 milioni di audience complessiva globale, copertura Tv in 5 continenti, 185 Paesi collegati, portando ottimi risultati anche in termini di visite e passaggi.

 

Nell'ambito dei grandi eventi rientra poi anche la quinta edizione de “I Natali della Vallagarina”, progetto che vede lavorare in sinergia i 17 Comuni con comitati organizzatori ed operatori del territorio. Tornando all'oggi, la stagione estiva 2022 si prospetta molto buona, con alberghi sold out a giugno e un +8% di prenotazioni per luglio e agosto. Per quanto riguarda il prodotto enogastronomia, ha avuto un grande successo la prima edizioni del progetto “Ambasciatori della Vallagarina”, fortemente voluto dal consigliere Apt Alessandro Marzadro e ha come obiettivi quelli di affiancare gli operatori che lavorano a contatto con il pubblico, fornire loro strumenti conoscitivi per facilitare la promozione enogastronomica locale. Due i corsi che si sono svolti nel mese di maggio con oltre 40 partecipanti. Vista la grande richiesta, il progetto sarà ripetuto in autunno

 

Nella stessa direzione si muove anche un progetto ideato dal consigliere Mauro Nardelli, che vede l'Apt promotrice in stretta sinergia con l'Istituto Alberghiero di Rovereto e che ha il fondamentale compito di formare gli operatori turistici del domani. Due i grandi progetti vedranno la luce nei prossimi mesi. Dal prossimo autunno, l'Experience Center all'uscita di Rovereto Sud dell'A22, diventerà infatti un punto fondamentale per l'intercettazione dei flussi (oltre 3 milioni i passaggi di veicoli leggeri registrati). L'Experience Center sarà uno spazio altamente digitalizzato che racconta il territorio con un allestimento che interpreta, attraverso i materiali (legno, pietra), il mood e l'offerta della valle. Tutto ciò viene interpretato sulla base del marchio Trentino secondo gli stili già utilizzati anche da Trentino Marketing in tutte le occasioni di promozione del turismo nella nostra Provincia. 

 

All'Experience Center si affiancherà un altro spazio altamente strategico. Un ampio “hub della mobilità alternativa”, un punto con servizi integrati di accoglienza e informazioni, di deposito bagagli, una vetrina ad altissima visibilità delle esperienze della Vallagarina, un punto di noleggio di bike ed e- bike all'interno della stazione dei treni di Rovereto.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 agosto - 20:26
L'assessore del capoluogo bolzanino Stefano Fattor spiega a il Dolomiti qual è il reale impatto, in termini di immissioni, dell'impianto sulla [...]
Cronaca
07 agosto - 20:46
La produzione tardiva delle ciliegie di montagna arrivava in un momento dell’anno in cui le altre ciliegie erano praticamente esaurite. Questo [...]
Cronaca
07 agosto - 19:41
Si va verso la completa normalizzazione in val di Fassa a seguito del violentissimo nubifragio di venerdì. Continuano le operazioni di messa in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato