Contenuto sponsorizzato

VIDEOSERVIZIO. Concerto di Vasco, in città poca gente. E al mercato? "Meno afflusso, di solito lavoriamo almeno il doppio. Clienti? Paura di non trovare parcheggio"

A un giorno dal maxi concerto di Vasco parlano i commercianti ambulanti alle bancarelle del mercato del giovedì. La maggior parte di loro non ha notato un aumento di clientela da fuori. "Tanti clienti la settimana scorsa hanno avvisato che oggi non sarebbero passati a Trento. C'è sempre affluenza da fuori città, ma se sanno di non trovare parcheggio è ovvio che non vengono"

Di Francesca Cristoforetti e Sara De Pascale - 19 maggio 2022 - 15:40

TRENTO. "Non c'è gente. Ce n’è addirittura meno per via del concerto di Vasco e per le relative chiusure delle strade". Questa è solo una delle voci raccolte da Il Dolomiti al mercato del giovedì, tra i commercianti delle bancherelle presenti in centro città, a un solo giorno dal maxi concerto di Vasco. 

 

Una testimonianza, quella di Marco, che riassume bene l'opinione della maggior parte dei commercianti ambulanti presenti in centro storico, da via Verdi a via Esterle, fino in piazza Duomo. Stessa clientela e meno afflusso di gente, soprattutto pochi da fuori città: sono questi alcuni dei punti emersi dalle molte bancarelle nelle vie del centro storico.

 

"Di solito lavoriamo molto di più - riporta Kriss, commerciante specializzato nella vendita di calzini - siamo contenti ci sia Vasco a Trento, ma non abbiamo fatto né più gente né più incassi. Direi quasi il 50% in meno rispetto l'afflusso di gente, probabilmente per via della paura di non trovare parcheggio e delle strade chiuse". 

 

Secondo molti di loro le modifiche alla viabilità e le chiusure di alcuni tratti della città al traffico avrebbero inciso sull'afflusso di persone. Di conseguenza anche il timore di trovare una città troppo caotica, con il rischio di non trovare parcheggio, sostengono le testimonianze.

 

"Tanti clienti la settimana scorsa hanno avvisato che oggi non sarebbero passati a Trento - racconta  Antonio che vende abbigliamento da uomo -  c'è sempre affluenza da fuori città, ma se sanno di non trovare parcheggio è ovvio che non vengono". 

 

Vista l'occasione, sostiene un altro commerciante di abbigliamento, "si pensava ci sarebbe stata più gente ma il 'terrorismo psicologico' riguardo al caos in città ha causato calo enorme un 80% in meno rispetto alla scorsa settimana".

 

Come afflusso sempre lo stesso, sostiene invece Fabio, specializzato nella vendita di articoli sportivi e da montagna: "Non abbiamo notato che sia aumentato l'afflusso delle persone". Negativa l'impressione dei venditori di scarpe: "Per Vasco andrà bene, per noi altri no. Scorso giovedì pieno di gente", sostiene Alberto a cui si aggiunge la voce di Maurizio: "A noi Vasco la gente ce l'ha portata via".

 

Non sono mancate impressioni più positive, come quella di Paolo, venditore di articoli da montagna: "C'è tanto movimento e tante persone giovani. Tanti arrivati da fuori, anche un grande concerto così porta tante gente in città".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 4 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 luglio - 19:47
Il presidente della Società meteorologica italiana a il Dolomiti: “Ci sarei potuto essere anche io lassù. Quel ghiacciaio, visto da fuori, non [...]
Cronaca
04 luglio - 20:40
Dal 2012 al 2020 è stato a capo del soccorso alpino di Recoaro - Valdagno, Paolo Dani era un'espertissima guida alpina. L'addio dei colleghi: [...]
Cronaca
04 luglio - 17:50
Era una delle persone che si temeva potesse essere sotto la valanga causata dal seracco che è crollato ieri sulla Marmolada ma è stato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato