Contenuto sponsorizzato

Deve scontare 2 anni di carcere per minacce, danneggiamenti e porto abusivo di armi: 35enne arrestato dalla polizia e sarà espulso  

Il questore ha chiesto la revoca del permesso di soggiorno per poi procedere alla sua espulsione. L'uomo è stato condannato per le continue minacce e danneggiamenti nei confronti dei dipendenti dell’Associazione bolzanina “Volontarius”, che gestisce il Centro di accoglienza “Casa Rossa”

Pubblicato il - 11 giugno 2024 - 09:18

BOLZANO.  Deve scontare 2 anni e 22 giorni di reclusione a seguito di una condanna per atti persecutori, danneggiamento e porto abusivo d’armi. A finire in carcere colpito dalla procedura di espulsione è un uomo di 35 anni cittadino marocchino pregiudicato e regolare sul territorio nazionale. 

 

L'intervento della polizia è avvenuto venerdì in piazza Domenicani a Bolzano per la segnalazione di una lite. Giunti immediatamente sul posto, i poliziotti hanno proceduto ad identificare le persone coinvolte.

 

In questo frangente gli agenti si sono accorti che uno di questi individui, con fare circospetto, cercava di allontanarsi per evitare i controlli, provando a salire su un mezzo pubblico in transito.  Subito bloccato dai Poliziotti prima che l’autobus ripartisse, l’uomo oltre a presentare un documento illeggibile, ha iniziato ad aggredire gli agenti colpendoli  ripetutamente alle mani ed alle braccia nel tentativo di darsi alla fuga, non riuscendo tuttavia nell’intento.

 

Negli uffici della questura è emerso che l'uomo era già stato colpito da un ordine di carcerazione per l’espiazione della pena a 2 anni e 22 giorni di reclusione a seguito di una condanna per atti persecutori, danneggiamento e porto abusivo d’armi. Questa condanna è conseguente ad una indagine della Squadra Mobile di Bolzano dello scorso anno in merito alle continue minacce e danneggiamenti nei confronti dei dipendenti dell’Associazione bolzanina “Volontarius”, che gestisce il Centro di accoglienza “Casa Rossa”. 

 

In passato l’uomo era stato denunciato dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Merano per fatti analoghi (minacce e danneggiamento) commessi ai danni di un esercente meranese. 

 

Il 35enne è stato arrestato e condotto alla Casa Circondariale di Bolzano per l’espiazione della pena. Inoltre, è stato denunciato per violenza e resistenza a danno dei poliziotti, medicati al Pronto Soccorso con lesioni guaribili in 6 giorni. Nei suoi confronti ha disposto la revoca del permesso di soggiorno, in modo da poter procedere alla sua espulsione  una volta espiata la pena detentiva.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 19:34
“Assaje” si trova in largo Carducci a Trento nei locali che negli scorsi anni erano stati occupati, per un breve periodo, da Pescaria. I [...]
Cronaca
23 giugno - 19:31
E' successo a Manerba del Garda dove le forti piogge hanno causato dei grandi allagamenti. Disagi anche sulla Gardesana nel tratto tra Garda e [...]
altra montagna
23 giugno - 13:00
L'ingrossamento del Vénéon, un torrente dell'Isère, ha distrutto strade e sepolto intere case nel comune di Saint-Christophe-en-Oisans, nel [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato