Contenuto sponsorizzato

Fleximan, proseguono le indagini su Enrico Mantoan. E' caccia anche al complice. Intanto sul web quasi tutti lo appoggiano e l'ex senatore Pillon lo definisce "mito"

L'uomo è indagato per 5 abbattimenti, avvenuti tra la primavera 2023 e gennaio 2024. Militante di Forza Nuova (aveva raccolto 9 voti alle comunali ad Adria nel 2015), in passato aveva sfilato a manifestazioni contro l'arrivo d'immigrati nel Polesine e a fianco dei "no green pass" a Trieste, organizzando anche ronde di sicurezza e violando le normative anti Covid

Pubblicato il - 19 maggio 2024 - 14:55

ROVIGO. Proseguono le indagini sul presunto "Fleximan" ed è caccia al complice dell'abbattitore di autovelox

 

Da qualche giorno la procura di Rovigo sta ufficialmente indagando Enrico Mantoan, il 42enne originario di Este, ma residente in provincia di Rovigo, accusato di essere il "giustiziere" degli autovelox.

 

Nei suoi confronti è stato ipotizzato il reato di danneggiamento aggravato a beni esposti per necessità o consuetudine alla pubblica fede e per interruzione di pubblico servizio, in riferimento a 5 abbattimenti avvenuti in Veneto (dove sono stati complessivamente 16 i "tagli" operati a dispositivi installati per il rilevamento della velocità), tra la primavera 2023 e gennaio 2023, segnatamente quelli nei confronti degli autovelox di Borsaro (il 19 maggio e, successivamente, il 19 luglio), Taglio di Po, Corbola e Rosolina, sulla strada della Romea.

 

Proprio quest'ultimo episodio, avvenuto il 3 gennaio 2024, sarebbe quello che avrebbe permesso agli inquirenti di risalire all'identità di Enrico Mantoan: i carabinieri di Adria, incrociando i dati relativi ai varchi delle strade del Polesine e le rilevazioni di natura tecnica (riscontri su celle telefoniche e tabulati, nonché perquisizioni e sequestri) nei giorni degli "abbattimenti", sono riusciti a risalire alla targa del furgone della ditta per la quale il 42enne padovano lavora, soprattutto nelle ore notturne con la qualifica di manutentore. Il suo veicolo sarebbe stato rilevato vicino ai dispositivi danneggiati, sempre al momento dello spegnimento degli autovelox.

 

Mantoan si è affidato alla difesa dell'avvocatessa del Foro di Rovigo Giorgia Furlanetto, che già in passato lo aveva assistito in altre azioni legali, mentre gli inquirenti stanno cercando d'individuare il complice di "Fleximan" che, da quanto pare, potrebbe essere un altro soggetto vicino - anch'egli - all'ambiente dell'estrema destra.

 

Intanto il popolo del web si è diviso, anche se la maggior parte degli utenti dei social appoggia "Fleximan" con commenti del tipo "Santo subito", oppure "Se sei tu, sei un grande". O ancora "Se Fleximan sei tu, sei un eroe nazionale" per finire con "Forza! tutti con te!".

 

Sul sito petizioni.com è partita già una raccolta firme dal titolo "Solidarietà a Enrico Mantoan", i cui primi sottoscrittori sono Roberto Fiore, Luca Castellini, Luigi Cortese, Gloria Callarelli, Giuseppe Bonano Conti, Adriano Da Pozzo e Stefano Saija, ovvero tutti i massimi dirigenti di Forza Nuova, il partito d'estrema destra di cui fa parte Mantoan e con il quale si era candidato alle elezioni ad Adria nel 2015, ricevendo 9 preferenze nella lista che appoggiava il candidato sindaco Federico Donegatti.

 

Nella petizione (che ha sin qui raccolto una trentina di firme) si legge che "si chiama Enrico Mantoan, 42 anni, di Rovigo. Per gli inquirenti è lui il primo indiziato ad essere Fleximan, l'uomo che, nei mesi scorsi, a Nordest, ha segato ed abbattuto diversi autovelox. Il cammino per capire se effettivamente è lui il giustiiziere delle macchinette stradali è lungo ma sui social e in Italia è già dipinto come un eroe nazionale: la gente lo ringrazia nei messaggi lasciati online forse perché stanca di continue vessazioni economiche e sociali derivate dalle scelte sconsiderate di UE, OMS e NATO che stanno indebolendo o, peggio, mandando sul lastrico decine e decine di famiglie italiane. Per qualcuno una sorta di patriota nazionale, un Braveheart, che si aggira per le campagne alla ricerca del "nemico" da abbattere. Mantoan, già presidente di Soccorso Nazionale, è ancora oggi legato al movimento di Forza Nuova, essendo lui responsabile della sezione di Rovigo. Raggiunto dai nostri microfoni, alla domanda cosa ne pensa di quanto uscito sui giornali su di lui e sulla sua appartenenza politica preferisce non rilasciare dichiarazioni".

 

Anche l'ex senatore leghista Simone Pillon si schierato pro Mantoan definendolo addirittura un "mito" e scrivendo che "a sinistra beatificano e candidano una accusata di aggressione e lesioni, definiscono "poeta" e "pacifista" un assassino e poi se la prendono con #fleximan. Posso dire che Enrico Mantoan mi sta molto simpatico o è apologia di reato? Mi piacerebbe stringergli la mano. Mito".

 


 

Mantoan è originario della provincia di Padova, in passato è stato vigile del fuoco volontario e ha sempre militato in Forza Nuova, fondando nel 2023 l'associazione Soccorso Nazionale. Nelle foto sui suoi canali social lo si può vedere mentre partecipa a manifestazioni contro l'arrivo d'immigrati in Polesine e a fianco dei "no green pass" a Trieste. Ha anche organizzato "ronde" per la sicurezza, ignorando le norme anti Covid.

 

Qualche mese or sono scriveva sui propri canali social: "Perché Fleximan è definito eroe? Perché forse meglio un eroe che abbatte 8 pali di ferro, che eroi che hanno abbattuto 79 mila anime" con quello che appare un chiaro riferimento ai decessi causa Covid.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
altra montagna
24 giugno - 12:21
Sull'Altopiano dei Sette Comuni, nella notte compresa tra sabato e domenica, in due ore sono caduti 84 millimetri di pioggia. La zona [...]
Cronaca
24 giugno - 15:50
Dopo l'allarme sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno ripescato il corpo
Società
24 giugno - 13:21
Enzo Di Gregorio (Edg Spettacoli): "La formula del festival ha funzionato. Ma se vogliamo destagionalizzare il turismo, creare proposte diffuse e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato