Contenuto sponsorizzato

Sabato riapre Castel Thun. E anche la caffetteria, con la nuova gestione di Carlo e Michele Martini, proprietari del birrificio Km8 di Terres e del Brew Pub di Cunevo

Carlo Martini si è licenziato per dedicarsi anima e corpo a questo nuovo progetto: "Sabato apriremo dalle 10 alle 20, poi l'orario sarà quello del castello. L'intenzione è però è quella di "allargarsi", proponendo anche eventi musicali e culturali. Penso a concerti di cantautori, presentazioni di libri, mostre fotografiche: un appuntamento a settimana, magari il sabato, con apertura sino alla mezzanotte. Castel Thun è un luogo iconico ed era veramente un peccato che la caffetteria di un luogo di tale pregio non fosse attiva e funzionante"

Di Daniele Loss - 22 marzo 2024 - 18:23

TON. Dopo sette mesi di chiusura, in concomitanza con la riapertura al pubblico (dopo due mesi di lavori di ristrutturazione) di Castel Thun, sabato 22 marzo la Caffetteria dello splendido castello medievale riaprirà i battenti. Con una nuova gestione e tantissime idee per sfruttare appieno le potenzialità di un locale situato in uno dei luoghi più magici e suggestivi della val di Non.

 

Una sfida certamente affascinante per rilanciare una struttura che è "off" dal mese di agosto. Carlo e Michele Martini, rispettivamente padre e figlio, non ci hanno pensato troppo e, dopo aver ricevuto una comunicazione da parte dei soci della "Strada della Mela", che informava che il Castello del Buonconsiglio (che gestisce anche Castel Thun) era alla ricerca di un nuovo gestore per la caffetteria, hanno deciso di partire con un nuovo progetto.

Sì, perché Michele Martini nel 2016 ha fondato a Terres il birrificio Km8 e il padre Carlo gestisce già il pub Km8 Brew Pub di Cunevo. Non c'è due senza tre, a tal punto che papà Carlo si è licenziato per gettarsi anima e corpo in questa nuova avventura.

 

"Ero dipendente provinciale - racconta Carlo Martini - ma un paio di settimane fa ho deciso di chiudere con il mio lavoro per dedicarmi interamente a questo nuovo progetto, che richiederà grande impegno ma è certamente molto affascinante. Per ora sarà ancora "Caffetteria Castel Thun", poi magari vedremo di modificare il nome, ma non abbiamo ancora deciso. L'idea è quella di trasformare il locale in una sorta di bistrot, proponendo ovviamente le nostre birre artigianali, una quindicina, sia alla spina che in bottiglia, ma anche i salumi e i formaggi del territorio, i prodotti della Strada della Mela e un'ottima pizza al trancio. A partire da domani (sabato 23 marzo, ndr) l'orario d'apertura sarà dalle 10 alle 18, mentre da maggio entrerà in vigore quello estivo, dalle 9.30 alle 17. L'intenzione è, comunque quella di "allargarsi", proponendo anche eventi musicali e culturali. Penso a concerti di cantautori, presentazioni di libri, mostre fotografiche: vogliamo organizzare un appuntamento a settimana, magari il sabato, con apertura sino alla mezzanotte. Ci tengo a sottolineare un aspetto: il giardino del castello è visitabile gratuitamente. Dunque questa è una location splendida anche per passeggiate e attività all'aria aperta con la possibilità di gustare anche una colazione, una merenda o un aperitivo dai sapori trentini".

 

Per il momento saranno quattro le persone che lavoreranno all'interno della "Caffetteria Castel Thun" con Carlo e Michele Martini impegnati in prima persona. Per la giornata d'apertura l'orario sarà "particolare", dalle 10 alle 20.

 

"Non si tratterà proprio dell'inaugurazione ufficiale - prosegue - ma ci sembrava giusto proporre anche un momento di aperitivo per permettere a quante più persone di venire a conoscerci. Il locale è bellissimo e ci ha colpito immediatamente: la struttura interna è molto carina, dotata di soppalco, e all'esterno ci sono i tavoli, tantissimo spazio verde e una meravigliosa vista sul Brenta. Castel Thun è una struttura che richiama circa 60mila visitatori l'anno, ma il nostro obiettivo è quello di rivolgerci anche ad un'altra clientela, proprio perché questo è un luogo unico, non solamente in val di Non ma in tutto il Trentino. Saremo aperti 6 giorni su sette e la chiusura sarà in concomitanza con quella del castello, ovvero il lunedì".

 

La domanda è: ma chi ve l'ha fatto fare, visto che il birrificio e il pub viaggiano a gonfie vele?

 

"Viviamo vicini a Castel Thun - conclude Martini - a circa dieci minuti di macchina e possiamo ammirarlo direttamente da casa. E' un luogo iconico della nostra valle e del Trentino ed era veramente un peccato che la caffetteria di un luogo di tale pregio non fosse attiva e funzionante. E, allora, abbiamo detto sì, consapevoli che bisognerà lavorare sodo ma anche che si tratta di una struttura dalle grandissime potenzialità. Siamo pronti per partire, non vediamo l'ora".

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
24 giugno - 13:21
Enzo Di Gregorio (Edg Spettacoli): "La formula del festival ha funzionato. Ma se vogliamo destagionalizzare il turismo, creare proposte diffuse e [...]
Montagna
24 giugno - 12:03
La via era stata ripulita soltanto un paio di giorni prima, ma è stato necessario intervenire nuovamente: così il sentiero è stato ripulito e [...]
Ambiente
24 giugno - 11:23
Wwf Trentino Odv e Io non ho paura del lupo Aps gli autori della campagna virale dedicata ai grandi carnivori che da qualche giorno è affissa [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato