Contenuto sponsorizzato

''Un salsiciotto infarcito di chicchi rossi'' e il cane viene portato dal veterinario. Bocconi avvelenati al parco, individuato il responsabile

Le registrazioni delle telecamere pubbliche hanno permesso alla polizia locale di Sirmione di individuare l'uomo che disseminava l'area verde di esche killer. Il cane Sole poi ha bonificato l'area

Pubblicato il - 23 febbraio 2024 - 11:30

SIRMIONE. ''Una specie di salsicciotto infarcito di chicchi di grano di colore rosso, potenzialmente letale per gli animali'' è stato rinvenuto da un cane che stava andando a spasso con il suo padrone. Quest'ultimo ha immediatamente portato il suo animale dal veterinario mentre la polizia locale ha dato il via alle indagini raccogliendo le esche avvelenate e portandole al distretto veterinario di Lonato. 

 

Le analisi non hanno lasciato spazio a dubbi: l'involucro era positivo al bromadiolone, un potente rodenticida utilizzato per eliminare i roditori. Nel contempo è stato avviato un attento controllo della rete di telecamere di sorveglianza: gli occhi elettronici hanno inquadrato la persona che, con fare circospetto, aveva abbandonato le esche killer dietro al monumento. In breve gli agenti sono riusciti a identificare l'individuo, procedendo poi alla denuncia.

Sirmione bonifica del parco dalle esche avvelenate con il cane Sole della Polizia provinciale.

A darne notizia è lo stesso Comune di Sirmione che spiega come da giorni, forse anche da settimane, un uomo seminava esche avvelenate nel parco pubblico del paese lacustre tra via Ortigara e via XX Settembre. A bonificato l'area dopo il fatto è stato Sole, cane specializzato in esche killer del nucleo cinofilo della Polizia Provinciale che ha analizzato le aree limitrofe senza rinvenire altri bocconi avvelenati. 

 

Sirmione bonifica del parco dalle esche avvelenate con il cane Sole della Polizia provinciale.

 

La Provincia di Brescia al riguardo scrive: ''Ancora un intervento del nostro fantastico Sole, intervenuto, su segnalazione della Polizia Locale, a Sirmione alla ricerca di esche avvelenate. Il sopralluogo, condotto dal cane e dal suo conduttore, non ha individuato ulteriori esche''. “Ringrazio la Polizia Locale e Provinciale – ha dichiarato il Consigliere delegato Mannatrizio – per la collaborazione attiva sul territorio e il nostro meraviglioso aiuto, Sole, sempre pronto a intervenire ovunque sia necessaria la sua presenza".

 

 

L'autore di questo deprecabile gesto è stato denunciato per tentato avvelenamento di animale, reato punibile con la reclusione da quattro mesi a due anni.

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 aprile - 11:06
Ad essere predati alcuni capi di ovini e un'asina. Il sindaco di Rotzo Luciano Spagnolo: "Necessario trovare soluzioni condivise sia a livello [...]
Economia
20 aprile - 09:41
Dal 2010 e al 2023 il settore ha perso 764 negozi di cui 134 nel solo 2023. I consiglieri Michela Calzà e Alessio Manica chiedono [...]
Società
20 aprile - 06:01
La presidente di Upipa Michela Chiogna: "Quella che emerge è una risposta non ancora sufficiente. Contributo integrativo provinciale di due [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato