Contenuto sponsorizzato

Auto si incendia a due passi dalle pompe di benzina in A22

L'incidente si è verificato nell'area di servizio Laimburd Est lungo la carreggiata nord. I gestori della pompa sono subito intervenuti con gli estintori a polvere. Poi a mettere in sicurezza l'area ci hanno pensato i vigili del fuoco volontari di Egna

Pubblicato il - 03 luglio 2017 - 17:03

EGNA. Si è rischiato davvero grosso oggi intorno alle 13 alla stazione di servizio "Laimburg Est" lungo l'Autostrada del Brennero, sulla carreggiata nord. Un'auto, una Fiat Punto, infatti ha preso fuoco vicino alla pompa di benzina per cause ancora da accertare. Il fuoco è divampato dal cofano, probabilmente dal motore, ed ha subito destato l'attenzione di tutti.

 


 

Immediatamente sono intervenuti i gestori del distributore che con gli estintori a polvere hanno scongiurato il peggio, domando le fiamme. Nel frattempo sono arrivati i vigili del fuoco volontari di Egna che, armati di maschere respiratorie, in pochissimi minuti hanno provveduto a spegnere in maniera definitiva l'incendio e a mettere in sicurezza l'area. 

 


 

Il loro intervento si è rilevato decisivo anche se loro stessi, dalla loro pagina Facebook ringraziano i gestori della pompa di benzina: "Il loro rapido intervento ha impedito conseguenze peggiori". Se le fiamme si fossero estese alle pompe di benzina, infatti, probabilmente si sarebbe verificata una vera e propria tragedia.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 febbraio - 20:08

Sono 211 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 38 pazienti sono in terapia intensiva. Oggi 1 decesso. Sono 87 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

26 febbraio - 18:14

Il dirigente dell'Azienda Sanitaria Pier Paolo Benetollo ha spiegato che ad oggi "Il numero di varianti che stiamo trovando è limitato''. Sono in totale quattro le mutazioni inglesi registrate fino ad oggi in Trentino 

26 febbraio - 18:02

Adesso si parte con la fase successiva. Il virologo del Cibio, Massimo Pizzato: "La prossima settimana prevediamo di proseguire con lo studio. Un migliaio di analisi in parallelo ai tamponi molecolari per verificare la sensibilità dei test salivari. Poi si parte a regime, questo step dovrebbe iniziare a metà marzo"

 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato