Contenuto sponsorizzato

Bomba d'acqua sul Trentino, allagamenti e smottamenti. Colpita soprattutto la Vallagarina. Vigili del Fuoco in azione

Nella notte e nelle prime ore della mattinata le forti piogge e la grandine hanno provato danni sia alle coltivazioni che alle automobili. In alcuni paesi si è interrotta anche l'energia elettrica per le scariche dei fulmini.Vigli del Fuoco al lavoro anche in Valsugana dove un pullman è rimasto intrappolato dall'acqua in un sottopassaggio

Di gf - 25 June 2017 - 12:23

TRENTO. I temporali che fin dalla mattina hanno interessato il Trentino, in alcuni casi con forte vento e grandinate, hanno provocato allagamenti e smottamenti, cadute di alberi sulle sedi stradali e pesanti disagi alla viabilità urbana.

 

Pesantemente colpito soprattutto il Basso Trentino, la zona della Vallagarina. Nella notte e nelle prime ore della mattinata le forti piogge e la grandine hanno provato danni sia alle coltivazioni che alle automobili parcheggiate in strada. In alcuni paesi si è interrotta anche l'energia elettrica per le scariche dei fulmini.

 

Solo a Mori gli interventi sono stati 25 tra allagamenti e smottamenti. I Vigili della borgata sono poi andati in ausilio a Rovereto. Da segnalare, a Montalbano, un albero colpito da un fulmine proprio nei pressi del santuario, ma nessun danno ulteriore se non un forte boato percepito in tutta la valle del Cameras.

 

Senza sosta il lavoro dei Vigili del fuoco su tutta la provincia che hanno risposto alle numerose chiamate per l'intervento sulle strade cittadine allagate che hanno creato diversi problemi alla circolazione. E inteso anche il lavoro della centrale operativa dei Permanenti che hanno dovuto inoltrare le chiamate selettive alle caserme dei distretti fin dalle prime ore dell'alba.


Per la situazione grave che ha colpito la Vallagarina, sulla zona di Rovereto si sono portati anche i corpi dei Vigili del fuoco di Campodenno, Denno, Ton, Mezzolombardo, Andalo e Zambana, zone risparmiate dal temporale e quindi a disposizione per andare in soccorso di altre realtà.

 

Non sono mancati gli interventi sulla città di Trento e nel restante territorio provinciale. Vigili del fuoco volontari all'opera anche nel capoluogo per liberare strade dalla caduta di rami e per svuotare cantine e sottopassi dall'acqua.

 

Problemi si sono riscontrati anche a Pieve Tesino dove questa mattina è stato dato l'allarme per l'allagamento del primo piano del Museo Casa Degasperi che si trova proprio in centro al paese.

Maltempo, Trentino in ginocchio

Immediato l'intervento dei Vigili del fuoco per limitare i danni.

 

Sempre in Valsugana, un pullman della ditta Pegoraro che faceva servizio sostitutivo della ferrovia si è trovato sommerso dall'acqua nei pressi di un sottopasso (LEGGI l'articolo). L'autista è stato soccorso e portato in salvo, fortunatamente sul mezzo non erano presenti passeggeri.  

 

Ivo Erler, comandante dei Vigili del Fuoco e dirigente del Servizio Antincendio e Protezione Civile della Provincia di Trento, spiega che "l'allerta metro è ora rientrata e nel pomeriggio ci sarà un netto miglioramento". Le zone più colpite quelle del fondo valle, soprattutto la Vallagarina. "A Rovereto la situazione più critica con allagamenti e disagi per la circolazione. Nel circondario abbiamo avuto segnalazioni di lievi smottamenti ma nessun danno per le persone". 

 

Quello di oggi è stato uno stress-test per la nuova CUE, la Centrale unica di Emergenza 112. "E' stata la prima vera emergenza gestita con la nuova centrale - afferma Erler - e tutto è andato per il meglio. Abbiamo risposto a più di 500 chiamate in poche ore in poche ore, aumentando sia nella centrale a monte, l'112, che a valle, il 115, il numero degli addetti in servizio".

 

Secondo Meteotrentino, nella sola Rovereto sono caduti in poco meno di 2 ore più di 100 millimetri di pioggia, quella che in media cade in tutto il mese di giugno. Qui sotto l'immagine satellitare di un sito meteorologico (www.meteo-mc.fr) che evidenzia la potenza del temporale che si è abbattuto sul Trentino nelle scorse ore.


 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 March - 18:37

Il rapporto contagi/residenti a Giovo continua a rimanere sopra il 3% così il presidente della Pat firmerà a breve l’ordinanza per far scattare nuove misure. Fugatti: “Per le scuole medie non cambia nulla per il resto si applicano le restrizioni da zona rossa”. L’ordinanza in vigore da alla mezzanotte di giovedì

03 March - 18:15

Il contagio torna a mettere in difficoltà il sistema sanitario in Trentino con 47 ricoveri in terapia intensiva (il massimo della seconda ondata era stato 53) e altre 3 persone in alta intensità. Chiuse altre 6 classi

03 March - 16:25

Battiston lo aveva annunciato e così è stato: in una settimana i contagi in Trentino sono aumentati del 30% ma nei prossimi 7 giorni la situazione potrebbe persino essere peggiore. Secondo Agenas sia gli infetti attivi che i posti letto occupati in terapia intensiva sono destinati ad aumentare in maniera significativa

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato