Contenuto sponsorizzato

Capannone in fiamme, notte di lavoro per settanta Vigili del fuoco

Le fiamme sono scaturite a causa di un guasto elettrico. Danni alla struttura limitata per il pronto intervento dei pompieri

Pubblicato il - 04 April 2017 - 10:44

CONDINO. Notte di lavoro per i Vigili del fuoco volontari di Condino tra la mezzanotte e le quattro di lunedì 3 aprile, intervenuti tempestivamente per domare un incendio al silos delle Illen Tetti in località Giulis. Le fiamme sarebbero scaturite all'interno del capannone a causa di un guasto elettrico: i pompieri si sono recati immediatamente sul posto evitando che il fuoco si propagasse nel resto del complesso circoscrivendo  il rogo e limitando i danni, tanto che la ditta non ha subito alcuna interruzione del lavoro.

 

Allertati per la presenza di un rogo tra il silos e la copertura, una settantina di uomini, comprese alcune unità di Borgo Chiese, Storo, Pieve di Bono e Tione, hanno delimitato le fiamme utilizzando materiale schiumogeno e l'impiego di autobotti. Sul posto anche i carabinieri di Condino per i rilievi del caso. 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 January - 19:33

Sono 256 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 3 decessi. Sono 13 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

25 January - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

25 January - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato