Contenuto sponsorizzato

Controlli a tappeto a Riva del Garda, identificate 80 persone

Sequestrati diversi grammi di stupefacente ed è stata portata a termine un'operazione di contrasto ai delitti contro il patrimonio e spaccio di stupefacenti

Pubblicato il - 21 ottobre 2016 - 11:36

RIVA DEL GARDA. Continuano incessanti i controlli della Polizia di Stato a Rovereto e Riva del Garda voluti dal Questore.

 

Ieri sera, infatti, cinque equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine della Lombardia, insieme agli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Riva del Garda, hanno controllato diversi locali pubblici, identificato circa 80 persone e sequestrato diversi grammi di stupefacente portando a termine un'operazione di contrasto ai delitti contro il patrimonio e spaccio di stupefacenti.

 

Dopo Rovereto, dove mercoledì 19 sono state controllate decine di persone, prevalentemente stranieri, nel centro cittadino, allo scopo di prevenire fenomeni di accattonaggio ed episodi di microcriminalità, il Reparto Prevenzione Crimine della Lombardia, qui aggregato per il controllo straordinario sul territorio, ha quindi continuato la sua opera.

 

“Le attività di polizia -ha commentato il Questore Massimo D’Ambrosio - realizzate in questi giorni sono destinate a non solo a reprimere quei comportamenti devianti che incidono sulla serena vivibilità dei nostri comuni, ma soprattutto a consolidare il senso di fiducia della comunità nei confronti delle Forze dell’Ordine che hanno quale primario obiettivo la sicurezza dei cittadini”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 05:01

La prorettrice di Unitn Barbara Poggio: “Le ricerche dimostrano che aumentare i servizi e ridurre i costi degli stessi funzionano meglio degli aiuti economici diretti”. La misura non piace nemmeno ai sindacati: “Le persone decidono di farsi una famiglia se hanno un buon lavoro non per delle vaghe promesse propagandistiche”

14 dicembre - 20:09

Per la Lega abolizione della caccia Lombardia attribuire la responsabilità (se di responsabilità si parla) dell'accaduto all'ungulato è sbagliato. Come sbagliate sono le strategie di contenimento di questi animali: ''Non a caso in oltre trent’anni di gestione del problema da parte dei cacciatori, questa specie in Italia è aumentata in maniera esponenziale''

14 dicembre - 19:05

Il 14 dicembre dello scorso anno Antonio Megalizzi 29 anni, giornalista, è stato ucciso da un proiettile esploso a Strasburgo, tre giorni prima, in un mercatino di Natale, da un terrorista. Oggi tante iniziative per ricordarlo. In radio una maratona per Antonio e l'amico Bartosz

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato