Contenuto sponsorizzato

Dai calzini, ai cosmetici: ecco il nuovo negozio Addelion dove la parola d'ordine è "bio"

Sabato sera l'inaugurazione in via Santissima Trinità. A gestirlo Jennifer, 24 anni di Vigolo Vattaro che propone tantissimi prodotti tutti rigorosamente made in Italy

Jennifer Vedelago nel suo Addelion
Di Linda De Carli ed Eugenio Calzolari - 18 October 2016 - 17:46

TRENTO. Calzini tecnico-sportivi e cuscini contrastanti la sudorazione sono le ultime novità arrivate in città. L'innovazione è uno dei punti forti della 24enne Jennifer Vedelago, proprietaria di Addelion, il nuovo negozio di via Santissima Trinità inaugurato sabato 15 ottobre. L'attività offre una varia gamma di prodotti, dai cosmetici naturali ai detersivi biologici, tutto rigorosamente made in Italy.

 


 

Addelion aderisce alla nuova “moda biologica”, infatti impronta il proprio commercio sulla vendita di prodotti di origine naturale, forniti tutti da cinque diverse aziende italiane. Quest'ultime si occupano di vendere anche a farmacie e istituti di bellezza, perciò nel negozio si paga la qualità del prodotto, e non l'imballaggio, che risulta essere piuttosto semplice. 


 

“Il mio sogno nel cassetto - ci racconta la giovane titolare - sarebbe quello di aprire altri negozi in franchising. Intanto mi godo questa nuova attività e penso già al futuro. Il negozio, infatti, può allargarsi anche al piano superiore. Addelion è aperto da una settimana e tutti i mobili sono stati realizzati da mio fratello che è anche lui giovanissimo, visto che ha solo ha 17 anni. Insomma siamo un'impresa giovane a tutti gli effetti e anche la nostra linea di prodotti vuole essere qualcosa di innovativo e molto particolare".   

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 March - 20:14

Ecco il quadro odierno del contagio in Trentino. Due i decessi avvenuti in provincia con Covid: si tratta di un uomo e una donna

03 March - 19:30

Protagonista di un incidente che sarebbe potuto finire in tragedia, già nel pomeriggio di mercoledì 3 marzo "l'uomo con il carrello" è stato visto a Pergine, città che, nonostante le denunce e gli interventi delle autorità, pare "tenere in scacco". Il sindaco Oss Emer: "Abbiamo provato di tutto. Ci deve essere un buco normativo"

03 March - 18:42

Il presidente ha confermato l'intenzione di proseguire con le lezioni in presenza. Ferro ha raccomandato di arieggiare gli spazi chiusi e mantenere le distanze sociali: ''Non ci rendiamo conto di quanto sia stressato il nostro sistema sanitario per questo aumento dei ricoveri che temo per i prossimi 10 giorni non potranno che aumentare''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato