Contenuto sponsorizzato

Gli rubano la bici e la ritrova sul sito "subito.it". Risponde all'annuncio e si presenta con i carabinieri

E' successo a Levico Terme. Denunciato per ricettazione un 30enne. I Carabinieri: "Il crimine non paga e questa volta non paga nemmeno il legittimo proprietario"

Pubblicato il - 13 gennaio 2017 - 11:24

TRENTO. Aveva subito il furto di una bellissima bicicletta, una “Olimpya Master Team”, nel luglio scorso. Chissà il dispiacere quando l'impiegato comunale 44enne ha trovato la brutta sorpresa. Ma la sorpresa maggiore l'ha di certo avuta quando la sua bici l'ha trovata in vendita sul sito di annunci subito.it.

 

“Vendesi bellissima bicicletta” al conveniente prezzo di 700 euro. L'impiegato ha chiamato i Carabinieri di Levico Terme e ha denunciato la cosa. La sua bici era lì pronta per essere venduta al miglior offerente.

 

I Carabinieri organizzano con l'uomo che ha subito il furto un recupero singolare: il legittimo proprietario contatta il venditore, si accordano sul prezzo, sul luogo e sul giorno dello scambio. Ma nel momento della stretta di mano sbucano i militari della Stazione di Levico: Alt!

 

Il reato di “ricettazione” si è consumato, il venditore è stato denunciato. “Il crimine non paga – affermano i carabinieri – e questa volta nemmeno il legittimo proprietario”, che è salito in sella alla sua bici contento come non mai.

 

Il ricettatore è un uomo di 30 anni, di lavoro fa il cameriere. Originario di Bolzano si è trasferito a Levico Terme. Ci ha provato a rivendere le cose degli altri ma non ci è riuscito: ne dovrà rispondere in tribunale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 19:32

Ci sono 86 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 5 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 10 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 113 positivi a fronte dell'analisi di 983 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,5%

26 ottobre - 18:58

I nuovi dati forniti dalla Provincia e dall'Azienda sanitaria dimostrano come l'allerta nelle Rsa rimane alta. Il direttore dell'Apss "Il focolaio maggiore è nella struttura di Malè" e accanto all'emergenza sanitaria c'è anche quella del personale  

26 ottobre - 17:59

Sono stati analizzati 983 tamponi, 113 i test risultati positivi e il rapporto contagi/tamponi sale a 11,5%. A fronte di un leggero aumento rispetto a ieri dei 104 casi in valore assoluto (5,7%), il dato percentuale è praticamente raddoppiato. Sono 10 le persone in più in ospedale per Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato