Contenuto sponsorizzato

Gli spaccano il vetro dell'auto e gli rubano gli strumenti da lavoro: "Aiutatemi a ritrovarli"

E' successo nella giornata di ieri a Zambana. Sono stati rubati un pc portatile e un hard disk esterno

Pubblicato il - 08 marzo 2017 - 18:43

ZAMBANA. “Chiedo solamente che mi vengano ridati indietro gli strumenti fondamentali per il mio lavoro”. Questa la richiesta che arriva da Stefano Bazzoli che nella giornata di ieri è stato vittima di un furto.

 

“Mi trovavo a Zambana – ci racconta – in via Don Luigi Sturzo nei pressi del ponte sul fiume Adige, e qualcuno ha rotto il vetro della mia auto e mi sono stati sottratti strumenti di lavoro indispensabili per chi come me fa la libera professione, non tanto per il valore materiale ma come potete comprendere per tutta la documentazione di due decenni presente sul pc ed hard disk esterno, riguardante lavori e commesse anche da consegnare”.

 

La richiesta ora è molto semplice: che gli vengano restituiti gli strumenti necessari per lavorare.  “Vorrei che si comprendesse l'importanza del materiale di lavoro sottratto – spiega - rispetto al valore economico e di potermelo restituire o farlo ritrovare. E' indispensabile per consegnare i lavori ai committenti e poter svolgere la mia attività”.

 

L'invito quindi è quello di contattare l'indirizzo mail redazione@ildolomiti.it per fornire eventuali informazioni. “Chiedo comprensione. Per me – conclude Bazzoli – è importante ritrovare almeno il computer, l'hard disk esterno e manuali. Sarà ricompensato chi mi potrà fornire informazioni che consentano il recupero. Grazie”. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

20 gennaio - 19:12

Nell'ultimo confronto Stato-Regioni si è parlato dei tagli della Pfizer nella fornitura dei vaccini: "Abbiamo manifestato il nostro sconcerto". Un altro argomento è stato quello dei ristori. "Auspichiamo che il governo in carica sappia rispettare gli accordi presi con le categorie economiche. Non ci sono ancora garanzie e questo ci preoccupa". Il punto sui test salivari

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato