Contenuto sponsorizzato

Gli spaccano il vetro dell'auto e gli rubano gli strumenti da lavoro: "Aiutatemi a ritrovarli"

E' successo nella giornata di ieri a Zambana. Sono stati rubati un pc portatile e un hard disk esterno

Pubblicato il - 08 marzo 2017 - 18:43

ZAMBANA. “Chiedo solamente che mi vengano ridati indietro gli strumenti fondamentali per il mio lavoro”. Questa la richiesta che arriva da Stefano Bazzoli che nella giornata di ieri è stato vittima di un furto.

 

“Mi trovavo a Zambana – ci racconta – in via Don Luigi Sturzo nei pressi del ponte sul fiume Adige, e qualcuno ha rotto il vetro della mia auto e mi sono stati sottratti strumenti di lavoro indispensabili per chi come me fa la libera professione, non tanto per il valore materiale ma come potete comprendere per tutta la documentazione di due decenni presente sul pc ed hard disk esterno, riguardante lavori e commesse anche da consegnare”.

 

La richiesta ora è molto semplice: che gli vengano restituiti gli strumenti necessari per lavorare.  “Vorrei che si comprendesse l'importanza del materiale di lavoro sottratto – spiega - rispetto al valore economico e di potermelo restituire o farlo ritrovare. E' indispensabile per consegnare i lavori ai committenti e poter svolgere la mia attività”.

 

L'invito quindi è quello di contattare l'indirizzo mail [email protected] per fornire eventuali informazioni. “Chiedo comprensione. Per me – conclude Bazzoli – è importante ritrovare almeno il computer, l'hard disk esterno e manuali. Sarà ricompensato chi mi potrà fornire informazioni che consentano il recupero. Grazie”. 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
02 dicembre - 20:39
Dopo le rivelazioni del sindaco Finato si allungano le ombre sul progetto per il Nuovo ospedale di Cavalese. Ora Cia chiede conto del ruolo avuto [...]
Cronaca
02 dicembre - 15:54
Il Centro in via Dogana 1 ha iniziato ad accogliere le vittime di violenza dai primi anni 2000, partendo da 92 arrivando a 335 nel 2021. [...]
Cronaca
02 dicembre - 19:23
Raffaele Sollecito fu condannato in primo grado nel 2009 e poi definitivamente assolto insieme ad Amanda Knox,  per la morte di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato