Contenuto sponsorizzato

Marijuana e 4.000 euro in contanti nella Panda. Arrestato 22enne della Valle dei Laghi

Il giovane si stava spostando in auto con altri 3 ragazzi in località Laghi di Lamar. Alla vista dei carabinieri ha invertito il senso di marcia e si è infilato in una strada senza uscite. In casa sua trovato anche una lista con i nomi dei possibili acquirenti e altri contanti

Pubblicato il - 05 luglio 2017 - 10:46

TRENTO. Ha visto in lontananza le divise e l'auto dei carabinieri, ha inchiodato ed effettuato una manovra vietata per invertire la marcia andando a infilarsi, poi in una strada senza uscita. Non è andata bene al 22enne trentino che ieri pomeriggio in località Laghi di Lamar, nel comune di Vallelaghi, è stato colto dai militari con della marijuana nello zainetto e quattromila euro in contanti. Era il primo pomeriggio, circa le 15, quando una pattuglia dei carabinieri della Stazione Vallelaghi notava una Panda che alla vista dell'auto dei militari faceva inversione di marcia per poi dirigersi in una strada senza uscita. Seguita la macchina i carabinieri la raggiungevano e procedevano alla perquisizione del mezzo e dei 4 giovani occupanti.

 

Alla richiesta di consegnare lo zaino, il 22 enne , che verrà poi arrestato, ha iniziato ad agitarsi. Ha quindi cercato di eludere il controllo a seguito del quale sono stati rinvenuti una notevole quantità di denaro contante in banconote di vario taglio (circa 4.000 euro). Sul tappetino della vettura in corrispondenza del posto passeggero veniva notato altro denaro sparso a terra, il portafoglio del giovane e due barattoli contenenti Marijuana (per circa 20 grammi). Il giovane 22 enne trentino residente in Vallelaghi, provava a giustificarsi dicendo che la sostanza stupefacente era per uso personale e il denaro proveniva dalla riscossione di debiti che lui stesso vantava con alcuni amici, circostanza dagli interessati presto smentita.

 

Nella sacca erano rinvenuti anche alcuni bigliettini recanti movimenti di denaro "dare e avere" con accanto i nomi dei debitori. Le cifre oggetto di transazioni superavano anche i 10.000 euro per nominativo. La perquisizione veniva quindi estesa anche all'abitazione del giovane ove all’interno venivano sequestrati 3 grinder (oggetti utilizzati per conservare e sminuzzare hashish e marijuana) e due bilancini di precisione.

 

Il giovane, sottoposto agli arresti domiciliari, comparirà domani alla presenza del giudice dove risponderà dei reati di possesso illecito di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
24 giugno - 20:07
La Pat ha presentato un piano contro la diffusione del bostrico: l'individuazione precoce degli alberi infestati e il loro immediato abbattimento [...]
Cronaca
24 giugno - 21:27
Il fienile, dove si trovava una famiglia, è stato colpito da un fulmine. Stando alle prime informazioni una bambina di 11 anni sarebbe stata [...]
Cronaca
24 giugno - 17:47
L'assessore Tonina in Terza Commissione: "O si riuscirà a trovare una condivisione trasversale sulla costruzione di un impianto gassificatore, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato